Special e Elaborazioni

pubblicato il 22 aprile 2014

Project Napier: il Turbo Monkey più veloce al mondo

Una incredibile realizzazione dell’inglese OORacing: un Monkey Turbo da 50 cavalli. Non ci credete?

Project Napier: il Turbo Monkey più veloce al mondo

Se c’è una cosa bella nella tecnologia è che l’unico limite esistente in una realizzazione tecnica è costituito dalla fantasia di chi la sta immaginando. Fantasia, ovviamente, che deve essere abbinata a competenze tecniche adeguate e alla giusta dotazione di attrezzature. Beh, e se la fantasia di un preparatore fosse focalizzata sulla costruzione del Monkey più veloce al mondo? Sì, avete capito bene, l’oggetto su cui Adrian Mortimer, titolare della OORacing con base in Kent in Inghilterra, ha focalizzato la sua attenzione è un Monkey, che è stato completamente trasformato in un vero missile da record, capace di 50 cavalli e una velocità massima di oltre 160 km/h!.

OORACING: QUI I TURBO SONO DI CASA
La OORacing di Adrian Mortimer è un’officina situata a Sandwich (si, un paese che si chiama Panino) nel Kent, specializzata da anni nella realizzazione di elaborazioni di moto di ogni genere attraverso l’uso di turbocompressori. Tra le sue realizzazioni, Mortimer annovera anche una Suzuki GSX-R 1100 Turbo, in grado di erogare la bellezza di 245 cavalli, mentre negli ultimi anni è diventato rinomato in Inghilterra per le parti speciali che costruisce e commercializza, dedicate alle tante imitazioni cinesi della mitica Honda Monkey, o all’infinita scelta di pitbike spinte da motori di produzione cinese che sono presenti sui mercati europei.

"La storia del Project Napier - ci ha raccontato Mortimer - è nata da una classica chiacchierata fatta in officina davanti a tè e biscotti. Sai come vanno quelle conversazioni in cui si parla di tutto? Beh, siamo giunti alla conclusione che bisognerebbe montare un turbo su qualsiasi cosa!
Alla OORacing hanno quindi iniziato a studiare la possibilità di "turbare" un monocilindrico di piccola cilindrata come quello di un Monkey. Facendo ricerche e chiedendo ad altri esperti Mortimer si è sentito rispondere che non sarebbe stato possibile sovralimentare un motore monocilindrico… Ecco: quella era la spinta che Adrian stava cercando, riuscire dove nessuno aveva avuto successo prima!

PROJECT NAPIER: 50 CAVALLI PER RAGGIUNGERE I 200 KM/H
In effetti chi aveva avvisato Mortimer delle difficoltà intrinseche che ci sono nel sovralimentare un mono non aveva tutti i torti, visto che l’andamento delle onde di pressione nello scarico di un monocilindrico è quanto di meno adatto ci sia per far girare una turbina e generare pressione sufficiente ad avere un surplus di potenza adeguato.
Mortimer ha studiato il problema sapendo che i punti chiave per il corretto funzionamento dovevano essere due: la lunghezza del collettore di scarico in cui piazzare la turbina, e la dimensione della turbina stessa. Alla OOracing hanno trovato la turbina più piccola attualmente in commercio, con girante da 26 mm, poi modificata nella pompa dell’olio per garantire una miglior lubrificazione. Un altro punto importante è stato l’utilizzo di un sistema di iniezione elettronica aftermarket con iniettore da 190 grammi e pompa a 2,5 bar.

DESTINAZIONE BONNEVILLE?
Il motore è uno dei tanti monocilindrici costruiti in Cina che Mortimer ha completamente rivisto per sopportare una potenza n-volte superiore a quella di origine. L’alesaggio scelto è di 62 mm e la corsa di 57 mm per raggiungere una cilindrata totale di 170 cc. Il cambio è a quattro marce e la frizione è una ECB rinforzata.
Durante i primi lanci al banco il motore erogava una potenza di circa 25 cavalli, poi cresciuti a 33 ed ora, dopo un lavoro di messa a punto il Project Napier è in grado di raggiungere anche picchi di 50 cavalli per una decina di secondi prima di imballarsi.
La velocità massima che è stata raggiunta durante i test è di 160 km/h, ma alla OOracing contano di riuscire a sfiorare i 200 km/h con i giusti rapporti e lo spazio giusto dove provare un minibolide del genere. Ovviamente la destinazione giusta non può che essere Bonneville, dove ci auguriamo che Adrian Mortimer riesca a portare il suo Turbo Monkey per stabilire un primato di velocità!

Foto: copyright "exactly13"

Project Napier - Turbo Charged Monkey Bike

Project Napier - Turbo Charged Monkey Bike

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Special e Elaborazioni , monocilindriche , special , curiosità , tecnica , record


Top