Sport

pubblicato il 11 aprile 2014

MotoGP: Colin Edwards annuncia il ritiro al GP di Austin

Questa sarà l’ultima stagione per “Texas Tornado”, tra i motivi la voglia di stare con la famiglia

MotoGP: Colin Edwards annuncia il ritiro al GP di Austin

L’annuncio che ha dato Colin Edwards ieri durante la tradizionale conferenza stampa di presentazione del GP di Austin, ha sorpreso tutta la platea. Con tanta emozione nella voce, ma sempre senza perdere il sorriso, "Texas Tornado" ha annunciato che questa sarebbe stata la sua ultima stagione in MotoGP. Un attimo di silenzio e poi un caloroso applauso, pieno di affetto. E uno a uno, giornalisti e i piloti seduti accanto a lui, a partire da Valentino Rossi, Marc Marquez, Nicky Hayden, Bradley Smith e Josh Herrin si sono alzati per rendere omaggio alla lunga e onorata carriera di Colin Edwards.

"SERVE UNO STILE DI GUIDA DIVERSO"
Colin Edwards è considerato un vero veterano del Circus Iridato, visto che corre stabilmente a livello mondiale dal 1995 (anno del debutto in Superbike con la Yamaha) ma ha iniziato a gareggiare quando aveva solo 16 anni negli Stati Uniti. Colin ha corso otto stagioni in WorldSBK, vincendo due mondiali nel 2000 e 2002 con la Honda, prima di passare in MotoGP, dove ha corso, pur senza mai vincere una gara, fino ad oggi.
Queste le sue motivazioni: "Ho maturato questa decisione nell’ultimo mese. I test invernali sono stati più difficili del previsto. La nuova generazione di moto ha bisogno di uno stile di guida diverso. Mi sono impegnato a modificare il mio per adattarmi e continuerò a farlo, anche se in gara poi l’istinto prevale. Ho parlato con mia moglie ed è semplicemente arrivato il momento di dare una svolta, di passare più tempo in famiglia con i miei tre figli. Non ho deciso quello che farò: le gare sono state fino ad ora tutta la mia vita. Intanto voglio vivere appieno questa stagione, continuare lo sviluppo della moto e aiutare con la mia esperienza il mio compagno di squadra Aleix. Grazie di cuore a tutti".

CUZARI: "SE SIAMO QUI E’ ANCHE MERITO SUO!"
Commosse le parole che ha rivolto a Colin Edwards Giovanni Cuzari, il Team Owner della squadra NGM Forward: Correva l'anno 2009... Si iniziava a parlare di CRT, del futuro della MotoGP, e noi, "Forward" nello spirito oltre che nel pensiero, abbiamo creduto nel progetto, una formula giovane. Una "start-up" che, come tale, necessitava di credibilità, di sostegno, di esperienza, di passione, di consapevolezza. Insomma di un pilota che la sapesse veramente lunga: Colin Edwards, quell'eterno ragazzo due volte Campione del Mondo che racchiudeva in sé tutte (e molte altre) di quelle qualità di cui avevamo bisogno. Così iniziai a parlare con lui del progetto e lui capì subito lo spirito e la passione che lo animava. Parlavo con il cuore e Colin, non a caso Texas Tornado, accettò la sfida. In questi tre anni abbiamo vissuto nel box momenti di grande emozione: la prima pole position con la CRT, la prima vittoria in CRT e così, gara dopo gara, fino ad oggi. Non mi resta che ringraziare Colin, commosso e sorpreso da questo annuncio. Grazie di cuore Mr. Texas Tornado. Se siamo qui, è sicuramente anche merito tuo. Adesso… gas!"

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , motogp , pista , superbike , gare , piloti , personaggi famosi


Top