Attualità e Mercato

pubblicato il 11 aprile 2014

Harley-Davidson: in vendita una Superbike del 1994

Un progetto singolare come la VR 1000 è difficile da vedere in vendita, questa è una versione che corse il campionato AMA e la cifra è decisamente elevata

Harley-Davidson: in vendita una Superbike del 1994
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Harley-Davidson VR 1000 Superbike - anteprima 1
  • Harley-Davidson VR 1000 Superbike - anteprima 2
  • Harley-Davidson VR 1000 Superbike - anteprima 3
  • Harley-Davidson VR 1000 Superbike - anteprima 4
  • Harley-Davidson VR 1000 Superbike - anteprima 5
  • Harley-Davidson VR 1000 Superbike - anteprima 6

Harley-Davidson è il brand moto più conosciuto al mondo e fra i più solidi perchè basati su una tradizione forte. Le custom e cruiser H-D seguono stili e schemi sviluppati oltre 60 anni fa ed evoluti anno dopo anno per essere al passo con i tempi, ma in molti troverebbero difficile distinguere una Electra Glide degli anni '70 da una recente Touring. Nonostante la connotazione fortemente conservativa, negli anni '90 H-D ebbe l'azzardata idea di correre in Superbike!

L'UNICO ESPERIMENTO SPORTIVO HARLEY
Nacque nel lontano 1988 il progetto VR 1000, ma solo nel 1993 è riuscita a scendere in pista per la prima volta. L'equipe di ingegneri meccanici di Milwaukee ha sviluppato un motore bicilindrico a V raffreddato a liquido con doppio albero a camme in testa e contralbero di bilanciamento. La V fra i gruppi termici era di 60 gradi e la cilindrata totale di 1130 cc. La versione di serie (ne furono prodotte 50 giusto per coprire le richieste di omologazione al campionato AMA) aveva 115 CV a 8.250 giri/min, mentre la versione da gara produceva una potenza massima di 165 CV. Questo motore però fu importante per il futuro, perchè da questo progetto partì quello della V-Rod, una moto che ebbe un maggiore successo.

NON FU UNA MOTO VINCENTE
La ciclistica era costruita attorno a un telaio doppio trave in alluminio che reggeva sospensioni Ohlins e un forcellone bibraccio con capriata superiore di rinforzo. L'estetica era volutamente harley, quindi forme abbondanti e sullo stile classico delle sue custom, una soluzione che non ebbe molto successo perchè fu considerata da tantissimi la più brutta sportiva del mercato. Anche i risultati in gara non furono entusiasmanti e pagava il pegno di un motore troppo poco potente e nessuna esperienza nelle gare, corse fino al 1997. Una delle moto che corse il campionato Superbike americano nel 1994 è in vendita presso il rivenditore Automania di Grants Pass, in Oregon, all'esagerata cifra di 127.500 dollari (circa 91.700 euro) compresa di tantissime parti di ricambio. Quelle stradali non saliranno a queste cifre, ma diventeranno dei pezzi "cult" del mercato d'epoca in futuro

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , superbike , curiosità


Top