Attualità e Mercato

pubblicato il 7 aprile 2014

Superbike 2014: la Bimota correrà ad Aragon, ma non prenderà punti

L'omologazione non può esserci perchè la Casa romagnola non ha completat lo stock iniziale di 125 moto. Ha tempo fino a Laguna Seca

Superbike 2014: la Bimota correrà ad Aragon, ma non prenderà punti

Bimota piange in queste ore il suo fondatore, Massimo Tamburini, ma per la sua rinascita non si smette di lavorare in vista del grande ritorno in Superbike. Francis Batta, team manager belga, porterà due Bimota in pista ad Aragon per la seconda gara del mondiale, ma le moto romagnole non potranno prendere punti perchè non hanno ancora completato la tranche di 125 moto necessarie per l'omologazione iniziale.

OMOLOGAZIONE SI, OMOLOGAZIONE NO
Il regolamento del campionato dice che per essere ammessa alla classifica, una casa motocicistica deve produrre 125 moto prima dell'inizio del campionato, almeno 500 a giugno e 1000 a fine anno. Per venire incontro sia alle esigenze dei nuovi arrivati che alla contrazione del mercato degli ultimi anni, il regolamento è stato cambiato fissando 250 moto al termine dell'anno e 500 entro la fine del secondo, quindi in questo caso del 2015. Purtroppo Bimota non è riuscita a completare ancora le 125 BB3 iniziali, che rimangono necessarie, e per questo non potrà prendere punti nella gara spagnola.

Questa condizione durerà fino a Laguna Seca, termine ultimo per poter presentare l'omologazione che ha una scadenza di 4 mesi dopo la prima gara a cui si è partecipato. Bimota fa però sapere che già dopo Assen, la terza gara, avrà terminato la produzione dello stock iniziale e che quindi potrà venire ispezionata e omologata da Dorna: "Ad Aragon non l’avremo e non prenderemo punti, ma l’omologazione arriverà presto, sicuramente subito dopo Assen" ha commentato Batta. Sarà davvero così o vedremo un flop simile a quello che ha fatto qualche tempo fa la Petronas FP1 a tre cilindri?

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , superbike , gare


Top