Interviste

pubblicato il 4 aprile 2014

Bridgestone Champions Challenge: intervista con Luca Raggi di Ideal Gomme

A tu per tu con il coordinatore e promotore del monomarca Bridgestone. Passato, presente e futuro del monogomma più affollato d’Italia

Bridgestone Champions Challenge: intervista con Luca Raggi di Ideal Gomme

Nelle scorse settimane vi abbiamo anticipato tutte le informazioni utili per seguire il Bridgestone Champions Challenge 2014, un Campionato monogomma destinato a far correre piloti di ogni estrazione, dagli amatori avanzati ai professionisti. Per conoscere ancora meglio il trofeo, abbiamo scelto di intervistare Luca Raggi che del Challenge è promotore e organizzatore. Ci siamo fatti raccontare tutto sul monogomma, dal passato al futuro, per scoprire ancora una volta che per avere successo in questo ambito bisogna avere una passione sconfinata, proprio come quella di Luca.

Qual è la storia del Bridgestone Champions Challenge? Quando è nato e perché?
Il Bridgestone Champions Challenge nasce nel 2009 con la sua prima edizione. Un progetto che vede la luce grazie all’impegno del Motoclub Derapassion Bikers, Idealgomme e di
Bridgestone che sin da subito vi ha creduto fortemente. Dopo tanti anni in pista al seguito di Team impegnati nei campionati nazionali abbiamo voluto portare la nostra passione ad essere promotrice e organizzatrice di un Campionato unico ed emozionante adatto a tutti, dai chi alle prime armi voglia cimentarsi nelle competizioni ai piloti più esperti e titolati.


Parlaci della crescita del trofeo negli anni, delle percentuali di piloti fedeli che si iscrivono ogni anno e dei nuovi arrivati. Avete dei veterani che hanno fatto tutte le edizioni?
Siamo arrivati alla 6° edizione, e guardando indietro siamo molto soddisfatti del cammino percorso sino ad oggi. Abbiamo sempre cercato di mantenere ed alimentare la nostra energia vitale, la passione! Ma continuiamo e continueremo ad impegnarci per migliorare e offrire ai nostri piloti quanto di meglio sia possibile trovare nel panorama dei Trofei velocità nazionali. Tanti sono con noi dall’inizio e questo è motivo di grande orgoglio per me e il mio staff di collaboratori. Inoltre i "vecchi" piloti sono sempre di grande aiuto con i nuovi iscritti, consigliandoli, supportandoli, facendoli sentire sin da subito parte della nostra famiglia. Grandi battaglie in pista e grandissime amicizie dopo la bandiera a scacchi.

Chi è il pilota che partecipa al trofeo: professionista o amatore?
Direi entrambi, abbiamo sia i "forti" già veterani dei trofei con esperienze importanti maturate nel tempo e con palmares sportivi di tutto rispetto, che danno lustro e prestigio al Campionato con importanti performances, sia chi si avvicina per la prima volta alle gare, oppure i cosidetti "gentlemen’s rider’s". Tutti accomunati però da una grandissima sportività, voglia di misurarsi , migliorare, ma anche di divertirsi in un Campionato dove i valori dell’amicizia e della lealtà sono un cardine importante e fondamentale.

Descrivici le novità edizione 2014 del Trofeo rispetto al 2013
Le novità sono tante e molto importanti, abbiamo aumentato i servizi dedicati ai nostri piloti in pista e reso ancor più ricco il kit iscrizione offrendo la possibilità di personalizzare la scelta inserendo gratuitamente set di pneumatici e giornate di prove libere per i test. Le nostre aziende partner hanno in serbo numerose iniziative ad ogni appuntamento, il Bridgestone-Idealgomme village sarà sempre il centro vitale di tutte le nostre iniziative e il punto d’incontro per i piloti e i nostri amici dove poter gustare la cucina speciale dello chef Chantal o per un drink in allegria nei momenti di relax, saremo ancora più social con la massima interazione con le principali piattaforme di comunicazione moderne ed immediate, Facebook e Twitter, servizi fotografici personalizzati per tutta la stagione, il centro fisioterapico per massaggi e cura del corpo pre e post gara con personale preparato ed esperto nella nostra disciplina.
Naturalmente tutto con il prezioso ed insostituibile supporto di Bridgestone che crede nel Challenge e ha nei nostri piloti i tester per il continuo sviluppo dei propri prodotti.


Quali sono le gomme utilizzate in gara? Quante mescole proponete? Quale è il servizio offerto in pista?
Utilizzeremo pneumatici sia intagliati sia slick, ma tutti accomunati dal fatto di essere di nuova generazione. Per la classe 600 avremo i nuovi R10 Evo, evoluzione dei già performanti e friendly-feeling R10. Per la politica adottata nel nostro trofeo che prevede il contenimento dei costi per rendere di livello uniforme la competizione, utilizzeremo un’unica mescola il Type2 per l’anteriore ed il Type4 per il posteriore.
Per la classe 1000 invece si è deciso di lasciare facoltà decisionale ai piloti che possono utilizzare sia pneumatici intagliati (R10 Type3 al posteriore ed R10 evo Type2 all’anteriore), sia i nuovi slick V02. La grossa novità è la presenza del pneumatico 200/655r17 V02, ultimo nato della casa nipponica che ha voluto mettere a disposizione dei piloti il know-how maturato in MotoGP.
I Bridgestone Battlax hanno dimostrato di essere un prodotto vincente, performante e capace di adattarsi perfettamente a qualsiasi ciclistica e potenza garantendo risultati in ogni condizione. Particolarmente soddisfatti per la scorsa stagione che ci ha visto raggiungere e mantenere performances cronometriche di gran livello con tanti piloti, sempre in grande sicurezza e scioltezza, oltretutto i nostri pneumatici riescono a durare molto con immutato grip giro dopo giro, traducendosi anche in minori costi di gestione per i piloti che possono concentrarsi sulla guida e risparmiare.

Un grande risultato di cui siamo orgogliosi e che intendiamo ripetere e migliorare guardando avanti e spostando in avanti i nostri obbiettivi, certi delle possibilità che il nostro prodotto offre e soprattutto garantisce. In caso di condizioni meteo avverse, Bridgestone in mescola RAIN garantisce la massima sicurezza e le migliori prestazioni sul bagnato con un prodotto al vertice e riconosciuto come il migliore in assoluto con pista bagnata o con pioggia battente. La garanzia di divertimento e soprattutto sicurezza anche con condizioni difficili.


Nel corso degli anni i costi degli autodromi sono saliti alle stelle mentre le tasche dei piloti sono diventate sempre più vuote. Quasi sono le difficoltà di chi organizza un trofeo in anni di crisi, e come le avete combattute?
E’ un problema molto importante e sentito da tutti, piloti, Team e organizzatori. Da parte nostra cerchiamo di offrire un Campionato ricco e importante ma dalla formula semplice e dai costi bassissimi. La nostra passione è la nostra linfa vitale, non cerchiamo profitti facili a discapito dei piloti, ma la possibilità da appassionati veri di sport e competizione di poter leggere la loro soddisfazione nelle espressioni e nei loro occhi. I nostri piloti sono i veri protagonisti del Bridgestone Champions Challenge e vogliamo vivano un esperienza unica ed esaltante. Una stretta di mano al Bridgestone Champions Challenge vale ancora più di una firma, e ci rendiamo disponibili ad aiutare tutti anche nelle piccole incombenze "burocratiche" , dalla licenza, ai moduli di iscrizione, al supporto tecnico e logistico per chi non ha Team al seguito. Disponibilità assoluta mia e di tutto il mio staff per qualsiasi esigenza o necessità, completa e reale sia in pista che tra una gara e l’altra.

Ideal Gomme e il CIV: un’esperienza che si rinnova nel 2014?
Si, siamo già stati presenti nel CIV, la massima espressione della Velocità Nazionale. E’ molto importante esserci, fare esperienza, supportare tecnicamente con Bridgestone i piloti che scelgono di correre con noi. I valori in campo sono molto elevati e il confronto dà la possibilità di crescere e migliorarsi. Raccogliamo ed analizziamo costantemente i dati raccolti nei week end di gara, per continuare nello sviluppo e per offrire ai nostri riders un prodotto al top per performances e grip. Non dimentichiamo che Bridgestone è la casa produttrice e fornitrice in esclusiva dei pneumatici che equipaggiano il Campionato del Mondo MotoGP e che può garantire di conseguenza i migliori standard qualitativi e prestazionali.

Ideal Gomme al di fuori della pista, parlaci della partecipazione all’Italiano Cross 2014, aspettative e previsioni
Durante il Bridgestone Challenge siamo organizzatori di eventi esclusivi e speciali sia nel paddock che in locali scelti accuratamente, musica, colori, ospiti, grandi personaggi dello sport e dello spettacolo che condividono con noi la passione per la velocità e le competizioni, che vengono a trovarci e a trascorrere con noi i fine settimana di gara, vivendo e respirando le emozioni che il nostro Campionato regala. Siamo sempre inoltre presenti a tutte le manifestazioni motoristiche più importanti, con il Service al seguito di tutti i Trofei e Campionati nazionali per garantire assistenza a tutti i piloti Gommati Bridgestone.
Due importanti novità come la partecipazione in forma diretta al Campionato Regionale e Italiano Cross 2014 e al Trofeo Interregionale dell’Adriatico categoria Supermoto sempre gommati Bridgestone, nuove esperienze in queste discipline entusiasmanti e adrenaliniche. I test svolti durante l’inverno ci fanno ben sperare, i risultati sono stati lusinghieri, anche se il lavoro da svolgere è tanto e abbiamo bisogno di fare esperienza. Saremo umili e concentrati, ma desiderosi di far bene e pronti a misurarci senza timore.

Siamo alla fine dell’intervista: chi vorresti ringraziare per l’impegno di tanti anni di gare?
Ringrazio naturalmente per tutto questo i nostri partner, mio fratello, mio padre e tutto lo Staff della storica sede della Ideal Gomme di Fabriano AN, infatti proprio grazie a loro e alla importante sinergia che si è potuto sviluppare il settore Racing dedicato alle due ruote.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Interviste , 1000 , 600 , pista , gomme , monomarca , gare , interviste , piloti


Top