Attualità e Mercato

pubblicato il 2 aprile 2014

Honda MSX125: la compra il papà e la usa il figlio?

La MSX125 è destinata ai giovani ma piace agli adulti. Non ci credete? Leggete qui

Honda MSX125: la compra il papà e la usa il figlio?

Il mercato motociclistico odierno è talmente complesso che per produrre moto di successo non basta più avere un buon commitment tra esperti di marketing e tecnici preparati, ma ci vuole anche una bella dose di psicologia. Diciamo questo perché non sempre è sufficiente individuare con esattezza il cliente tipo di destinazione di un certo modello, ma diventa necessario studiarne la comunicazione in modo più ampio per posizionarlo correttamente sul mercato. Lo spunto per fare qualche riflessione in materia ce lo ha offerto la nuova Honda MSX 125, che abbiamo avuto in prova dalla Honda Italia nelle ultime settimane. Una midi-moto super compatta, super facile e che con un bicchiere di benzina può fare il giro del mondo.

CHI LA COMPRA E CHI LA USA? FIGLIO O PAPA’?
La Honda MSX125 ci ha fatto riflettere molto sui reali destinatari di una campagna di comunicazione, perchè durante il suo utilizzo abbiamo cercato di capire quali sono le reazioni della gente di fronte ad essa. Utilizzandola tutti i giorni nel traffico di Roma abbiamo notato che questa motociclettina solleva l’interesse della gente, e questo è merito del design che è indubbiamente moderno ma soprattutto molto personale e diverso da qualsiasi altra moto in circolazione. Fermarsi a un qualsiasi semaforo in centro ha la conseguenza di attirare subito gli sguardi interessati degli altri "colleghi di pole position", cioè scooteristi e motociclisti pronti a scattare al verde. Ma non quelli di tutti...

In tanti sollevano la visiera per chiedere di che moto si tratta, molti vogliono sapere quanto costa (solo 3.125 euro N.d.R), e tutti esclamano "bella però!". Tra tutti, due casi sono degni di essere raccontati. Il primo, accadutoci di pomeriggio in centro quando a un semaforo ci siamo trovati di fianco un pony express che, vista la MSX ha sgranato gli occhi e subito dopo ha chiamato qualcuno via radio e gli ha detto tutto d’un fiato: "Aho, a via Gallia ce sta uno cò na moto che ce tocchi tera pure te…", alludendo alla sella confortevolmente bassa della moto e rivolgendosi a un interlocutore non proprio dotato in altezza…
Il secondo episodio ci è capitato una domenica mattina parcheggiando di fronte a un bar, quando siamo stati avvicinati da una signora sulla cinquantina accompagnata da un bellissimo setter irlandese. Ha esordito: "Ma è bellissima, cos’è? Mi tieni il cane un attimo, che voglio salirci sopra? Quanto costa? Andrebbe benissimo per mio figlio, ma mi garantisci che non fa più di cento all’ora?".

IL TEST DEL LICEO
Ecco qui dove sta il busillis: la MSX125 piace, ma a chi? La risposta che ci siamo dati è che questa moto interessi soprattutto agli adulti con giovane prole, che vedono in essa una vera moto che può essere una alternativa allo scooter. E allora, per fare una controprova abbiamo pensato di andare a parcheggiare la moto di fronte al cancello di un Liceo in centro a Roma e poi ci siamo seduti poco lontano ma in disparte per vedere che cosa facevano i ragazzi all’uscita da scuola vedendo la MSX125 posteggiata lì a bella posta. Il risultato è stato drammatico… la maggior parte dei ragazzi ci è passata davanti senza neanche accorgersi della sua presenza. Qualche sguardo fugace, ma nessuno si è fermato incuriosito a vedere che moto sia. Se fosse successo solo vent’anni fa siamo sicuri che attorno alla MSX125 si sarebbe subito creato un capannello di curiosi, ma oggi tutto ciò non succede più.

Questo è un segnale che fa riflettere sul fatto che le due ruote non siano ormai più in cima ai desideri dei giovanissimi, e che anche un design moderno e anticonformista non fa breccia nel cuore dei teenager. I motivi di tutto ciò vanno ricercati nel dilagare dell’elettronica di consumo che è ormai in vetta alle classifiche di gradimento dei ragazzi, che ormai preferiscono distinguersi per chi ha la cover del telefonino più figa piuttosto che per essere quello che fa una scelta personale che lo elevi rispetto alla massa. La soluzione al problema, purtroppo, noi non la abbiamo, ma sicuramente ci sentiamo di consigliare alla Honda di far leva sui papà se vuole posizionare con successo la MSX in Italia!

Honda MSX125 Clutching Adrenaline by Nick "Apex" Brocha"

Honda MSX125 Clutching Adrenaline by Nick "Apex" Brocha"

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , editoriale , citta


Top