Curiosità

pubblicato il 19 marzo 2014

Il fruscio del vento sul casco causa la perdita dell'udito

Un recente studio americano ha dimostrato che i motociclisti possono avere danni permanenti all'udito a causa del rumore del vento sul casco

Il fruscio del vento sul casco causa la perdita dell'udito

Uno degli aspetti affascinanti e allo stesso tempo penalizzanti dell'essere motociclista riguarda il rumore. Chi va in moto è vittima di un suono molto forte e costante nelle orecchie causato dal fruscio del vento e da altri classici rumori come l'ambiente autostradale e il sound del motore, che assieme possono arrivare a causare seri danni all'udito. Uno studio americano conferma e approfondisce una ricerca inglese di tre anni fa sullo stesso tema.

IL FRUSCIO DEL VENTO È DAVVERO DANNOSO
Il forte fruscio che sentiamo dentro il casco ad alte velocità non è altro che il rumore dell'aria che impatta sulla testa e crea turbolenze, in una moto carenata questo si fa sentire meno ma nelle naked e in tutte quelle con poca protezione aerodinamica spesso ci costringe ad urlare e rende impossibile qualsiasi tipo di comunicazione a medie-alte velocità. Senza considerare il "fischio" che si sente nelle orecchie per diverse ore dopo una cavalcata in moto di durata prolungata.

Secondo l'ente americano OSHA (Occupational Safety and Health Administration), esporsi a lunghi periodi di questo rumore può causare una perdita irreversibile dell'udito. È stato provato che nell'esposizione superiore a 4 ore con picchi oltre i 100 decibel si cominciano ad accumulare danni permanenti, mentre con picchi di 80-85 decibel nelle orecchie servono 24 ore di esposizione continua per cominciare ad accusare problemi. Il volume del fruscio del vento, dopo alcuni studi, è stato calcolato in media a 103 decibel, questo rende tutti i motociclisti potenzialmente a rischio.

I TAPPI PER LE ORECCHIE SALVANO L'UDITO
Un altro disturbo provocato dai suoni in moto è il "Temporary Threshold Shift" (TTS), ovvero la sensazione di sentire a volume molto minore per diverse ore dopo un'esposizione prolungata a un suono forte. Questo è un problema non preoccupante sul breve periodo, ma causa danni permanenti se vissuto di frequente, come per esempio capita ai fonici dei concerti o a chi lavora con attrezzature particolarmente rumorose.

Cosa consigliano gli esperti per prevenire danni permanenti al nostro udito? Basta un semplice accorgimento come i tappi per le orecchie. Questi "filtrano" i suoni più forti e li fanno arrivare ai timpani in modo molto leggero. A molti potrebbe dar fastidio la sensazione di un suono ovattato e basso causato dai tappi, ma per chi sta in sella per molto tempo e ad alte velocità, potrebbe realmente mettere al sicuro il suo udito con questa semplice precauzione.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , varie , caschi , sicurezza


Top