Novità

pubblicato il 18 marzo 2014

Italwin K2: elettrica e pieghevole

Una bici pieghevole adatta alla montagna come alla città. Costa 1.570 euro

Italwin K2: elettrica e pieghevole

I lettori di OmniMoto.it più sensibili alle tematiche della mobilità sostenibile hanno già imparato a conoscere Italwin, azienda italiana specializzata nella progettazione e produzione di biciclette e con una grande esperienza nel settore dei veicoli elettrici a pedalata assistita, fin da quando questo mezzo è stato introdotto in Italia.
Italwin spicca sicuramente tra le aziende del settore non solo per la qualità dei propri prodotti, ma anche per la serietà complessiva dell’organizzazione e il servizio post-vendita di primissimo livello, garantito anche da un magazzino ricambi fornito con migliaia di pezzi.

K2: NATA PER SCALARE
Oggi Italwin presenta il nuovo modello denominato K2. Si tratta di una bicicletta elettrica a pedalata assistita pieghevole dotata di contenuti tecnologici all’avanguardia.
Aver scelto il nome K2, un tributo alla famosa vetta conquistata dagli italiani, rende subito l’idea dello scopo con cui è stata pensata questa bici, che è quello di aiutare chi deve affrontare le salite senza troppa fatica. Il particolare accoppiamento tra corona anteriore di grandi dimensioni, diametro ruota e spunto della centralina permettono infatti di arrampicarsi anche in montagna senza sforzo. Montagna vuol dire anche discese, e per questo Italwin ha montato freni a disco adeguati per garantire la sicurezza in queste specifiche situazioni.

K2 si distingue poi per il fatto di essere insieme una bici da montagna e una bici pieghevole: caratteristica che la rende ideale per essere trasportata nel bagagliaio di qualsiasi auto, camper o barca pronta ad essere utilizzata una volta giunti nel luogo di villeggiatura. Il cuore della K2 è costituito da un motore senza spazzole a magneti permanenti, alimentato da una batteria a ioni di litio 36V 9Ah, che assistite fino a 25 km/h come consentito dal codice della strada in materia di bici a pedalata assistita. La massima autonomia di assistenza elettrica dichiarata dal costruttore è di 50 Km.
Il cambio è uno Shimano a 7 velocità e il peso è di 22 Kg.

ANCHE IN CITTA’
La K2 risulta essere anche un modello piuttosto versatile, che come abbiamo detto è pensato per la montagna, ma non esclusivamente. Ha infatti tutte le caratteristiche per prestarsi tranquillamente anche ad un tradizionale utilizzo cittadino. Il sistema di alloggiamento della batteria, nascosta all’interno del telaio, permette alla bicicletta di essere maneggevole e capace di offrire confort, caratteristica che rende questo modello adatto all’uso su una pavimentazione sconnessa, come ad esempio il pavé presente nei nostri centri storici, grazie anche ai pneumatici maggiorati calzati su ruote da 20".
A proposito di utilizzo cittadino, ricordiamo che le bici a pedalata assistita permettono pieno accesso alle zone a traffico limitato e pedonali, dove si raccomanda comunque di prestare particolare attenzione. L’uso del casco non è obbligatorio, ma ci sentiamo di consigliarlo a tutti.

GIÀ DISPONIBILE NEI NEGOZI ITALWIN
Il design, come sempre nei prodotti Italwin, è piuttosto accattivante e dotato di ottime finiture, capace di attirare anche una clientela giovane. Anche la dotazione è soddisfacente e appare ben realizzato il display LCD attraverso il quale si possono scegliere i 5 livelli di assistenza offerti dal motore ausiliario. K2 è già disponibile nei negozi Italwin nelle varianti di colore bianca e nera al prezzo di 1.570 euro.

Autore: Redazione

Tag: Novità , bici elettriche


Top