Attualità e Mercato

pubblicato il 11 marzo 2014

Multe sulle strisce blu: non si paga se il tagliando è scaduto

Il Codacons sostiene che si debba saldare la tariffa non pagata invece della multa. La conferma in una nota del Ministero dei Trasporti

Multe sulle strisce blu: non si paga se il tagliando è scaduto

La notizia è rimbalzata ieri dalla prima pagina del Corriere della Sera, e potrebbe avere delle conseguenze molto importanti per tutti gli utenti di auto e moto. Secondo il Codacond sarebbero illegittime le multe comminate dagli ausiliari del traffico ai danni di chi parcheggia un veicolo sulle strisce blu, se viene esposto un tagliando di sosta scaduto. Ad avvalorare la tesi ci sono anche almeno due pareri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (che potete leggere cliccando su: Parere 10/03/2010 e Parere 05/07/2011) che, interpellato da alcune amministrazioni comunali avrebbe risposto positivamente.

DA VIOLAZIONE DEL CODICE DELLA STRADA A INADEMPIENZA CONTRATTUALE
Cerchiamo di spiegare esattamente il problema leggendo il parere del Ministero. Se un utente parcheggia sulle strisce blu a pagamento e non espone il tagliandino che certifica il pagamento, allora è soggetto all’applicazione dell’Art. 7 Comma 14 del Codice e quindi al versamento di una multa.
Il Codice della Strada, però, non prevede un comma che chiarisca il caso in cui il tagliando viene esposto ma l’auto o la moto restano in sosta oltre l’orario indicato e pagato. Di conseguenza il parere del Ministero, ribadito dal Codacons in questi giorni è che in questo caso la multa sia illegittima e che l’utente dovrebbe semplicemente versare a chi gestisce l’esazione della sosta la differenza tra quanto già pagato e il totale dovuto. La differenza è anche di carattere giuridico, visto che si passa da una violazione al Codice della Strada a una semplice inadempienza contrattuale.

Ciò che rende nebulosa la faccenda è la mancanza di una direttiva generale da parte del Ministero che, a quanto pare, si sarebbe solo pronunciato con dei pareri, ma senza diramare ai corpi di Polizia locale una circolare di attuazione. Il motivo non è chiaro ma pensiamo che l’incertezza derivi proprio dalla stesura del Codice della Strada, che parla di "sosta limitata o regolamentata", il che non significa necessariamente "sosta a pagamento"

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , 1000 , 600 , codice della strada , multe , citta , 800 , 1200 , 1400 , 500


Top