Attualità e Mercato

pubblicato il 25 febbraio 2014

Autostrade: come ottenere lo sconto pendolari

Partono gli sconti ai pedaggi. Per registrarsi è sufficiente andare su www.telepass.it o scaricare il modulo

Autostrade: come ottenere lo sconto pendolari

Lo aveva promesso il Ministro Lupi ed è stato di parola. Stiamo parlando dello sconto del 20% sui pedaggi autostradali di cui potranno usufruire i pendolari che ogni giorno utilizzano le autostrade per andare a lavoro. Da oggi, infatti, è attivo sul sito www.telepass.it il modulo sconti per gli utilizzatori quotidiani. Il primo dato interessante è che lo sconto è retroattivo e si calcola in base ai viaggi effettuati durante il mese e fatturato il mese successivo (quindi in linea teorica chi ha le ricevute di febbraio può ottenere il rimborso).
La procedura è abbastanza semplice e prevede che da oggi, 25 febbraio 2014, sia possibile registrarsi sul sito del Telepass, o sui siti delle concessionarie autostradali, per godere sino al 20% di sconto sul tragitto che quotidianamente si percorre per andare al lavoro. Per godere dello sconto basta indicare casello di entrata e casello di uscita per una distanza massima di 50 km. Per chi si registra entro fine mese lo sconto parte retroattivamente dal 1° febbraio.

CHI PUÒ USUFRUIRE DELLE AGEVOLAZIONI?
Tutti i possessori di Telepass (con contratti family, business e ricaricabili, abbinati a persone fisiche ed a veicoli di classe A – auto e moto) che abbiano effettuato la registrazione e che utilizzino l’autostrada come pendolari tra due stazioni predefinite, con percorso massimo di 50 chilometri. Quindi fino a 100 chilometri al giorno. La notizia non fa altro che confermare quanto avevamo ipotizzato, quindi se non avete il Telepass dovete prenderlo in comodato.

COME SI APPLICANO GLI SCONTI?
La percentuale di sconto è proporzionale al numero dei viaggi e non alla loro lunghezza (è cioè identica per chi fa pochi chilometri e per chi ne fa fino a 100 in un giorno tra andata e ritorno). Lo sconto è previsto dai 20 transiti mensili in su (quindi 10 giorni lavorativi), e al di sotto non viene applicato. La percentuale di sconto sale progressivamente fino al 20% per chi ne fa da 40 a 46. A partire dal 21° transito lo sconto (per tutti e 21 i viaggi effettuati) sarà dell’1% e crescerà linearmente (2% del pedaggio complessivo per 22 transiti effettuati, 3% per 23 viaggi…) fino al 20% del pedaggio complessivo che scatta dopo il 40° transito. Chi fa 41 viaggi, cioè, avrà su tutti e 41 e sino al 46° viaggio (i giorni lavorativi in un mese sono al massimo 23) lo sconto del 20%. Per i transiti successivi al 46° viaggio si paga la tariffa intera. Lo sconto è applicato per un massimo di due viaggi al giorno, compresi i festivi, e non è cumulabile con altre agevolazioni/iniziative di modulazione tariffaria.
Insomma, il meccanismo non è proprio facilissimo da tenere a mente, ma è già un passo avanti…

COME FARE?
Basta andare sul sito www.telepass.it o all’ufficio della Concessionaria autostradale interessata, definendo il percorso che si utilizza abitualmente, indicando il casello di entrata e quello di uscita. Nel caso, invece, di passaggi ad un solo casello (esempio A8 Milano Nord e A12 Roma Ovest) basta indicare la barriera che viene quotidianamente attraversata. Lo sconto verrà calcolato al termine del mese in cui vengono effettuati i transiti ed applicato nella prima fattura successiva, e sarà retroattivo, cioè partirà dal primo giorno del mese in cui viene fatta la richiesta.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato


Top