Novità

pubblicato il 21 febbraio 2014

Lito Sora: partita la produzione

La prima moto elettrica 100% Made in Quebec è pronta per la produzione

Lito Sora: partita la produzione
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Lito Sora 2014 - anteprima 1
  • Lito Sora 2014 - anteprima 2
  • Lito Sora 2014 - anteprima 3
  • Lito Sora 2014 - anteprima 4
  • Lito Sora 2014 - anteprima 5
  • Lito Sora 2014 - anteprima 6

Era il 2011 quando vi parlammo per la prima volta della Lito Sora, che tre anni addietro non era altro che un bel progetto di un’azienda Canadese e non molto di più. Oggi, la Lit Green Motion, con base a Longueuil in Quebec ha annunciato che dopo una fase di sviluppo molto intensa la moto è pronta per andare in produzione e che le linee di montaggio si avvieranno alla fine di febbraio 2014. Proprio negli stessi giorni la moto verrà esposta ufficialmente al Montreal Motorcycle show in programma dal 28 Febbraio al 2 Marzo 2014.

200 KM DI AUTONOMIA E 190 KM/H
Quando la Lito Sora era solo un progetto che viveva nel mondo virtuale, negli intenti dei suoi progettisti c’era l’obiettivo di raggiungere un’autonomia di 300 km e una velocità massima di 200 km/h. Come sempre accade, nel corso dello sviluppo questi valori sono stati ritoccati un po’ verso il basso, ma sono rimasti comunque molto alti, visto che in configurazione definitiva la moto è in grado di coprire ben 200 km e raggiunge una velocità massima di 190 km/h.

Il design della Sora è indubbiamente ben riuscito e descrive la moto esattamente come era negli intenti del suo progettista che voleva un mix tra un bobber, una cafè racer e una streetfighter. La tecnologia con cui è costruita è raffinata, e prevede un telaio in lega leggera
rivestito con una carenatura in fibra di carbonio. Le sospensioni sono da moto sportiva con forcella a steli rovesciati da 43 mm e forcellone in lega leggera lavorato dal pieno con monoammortizzatore laterale interamente regolabile. La particolarità della ciclistica della Lito sora è di avere la posizione di guida ad assetto variabile con la sella che si sposta verticalmente di ben 10 cm passando 750 a 850 mm. Secondo i progettisti questo dovrebbe permettere alla moto di cambiare radicalmente assetto passando da commuter urbana a naked aggressiva per l’uso più "fun".

IL SOFTWARE TI PORTA A DESTINAZIONE
Il motore è un trifase raffreddato a liquido a corrente alternata che sviluppa 90 Nm di coppia alimentato da un pacco batterie ai polimeri di Litio da 12 kWh di capacità. Per incrementare l’autonomia è stata implementata anche una funzione di recupero di energia in frenata e la trasmissione viene realizzata con un variatore continuo di velocità, che a sua volta contribuisce ulteriormente a migliorare l’autonomia. Il tutto è gestito da un modulo di controllo attraverso il quale è possibile scegliere tre modalità di guida (performance, normal e safe range) e che si occupa di mixare energia in arrivo dal motore e energia recuperata. Il software, inoltre, permette di programmare una destinazione affidando alla centralina la gestione dell’energia disponibile in modo da assicurare alla moto di raggiungere la destinazione senza problemi.
Il prezzo non è ancora stato dichiarato, ma dovrebbe aggirarsi attorno ai 40.000 dollari statunitensi. Al momento la Lito Green Motions ha un dealer in Europa con sede a Berlino, ma ha annunciato che presto ne aprirà altri anche a Parigi e a Miami, oltre al flagship store che ha sede a Montreal.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Novità , curiosità , tecnica , tecnologia , moto elettriche


Top