Curiosità

pubblicato il 19 febbraio 2014

Yamaha YZF-R1 contro Mercedes SL 63 AMG: video folle a 300 all’ora… o quasi

In un video folle girato in Svezia una R1 non riesce a passare una Mercedes SL63 AMG

La battaglia auto contro moto è sempre stata accesissima tra gli appassionati, offrendo spesso lo spunto per sfide ai confini della realtà che, finché restano confinate nelle chiacchiere al bar va bene, ma quando poi si concretizzano in delle competizioni vere e proprie su strada, travalicano i limiti del lecito.
Ed è proprio che succede nel video che vi mostriamo oggi, girato in Svezia, in cui una Yamaha YZF-R1 insegue una Mercedes SL 63 AMG.

VELOCITA’ MEDIA 240 KM/H
Ciò che rende del tutto fuori di testa i due protagonisti, è che il video non è stato girato su un’autostrada tedesca dove è consentito viaggiare a qualsiasi velocità, ma su una normalissima strada extraurbana, senza neanche lo spartitraffico dove il limite può essere, al massimo, di 110 km/h.
Nel video, il pilota della Yamaha non riesce mai a raggiungere la Mercedes per quanti sforzi faccia per tenere la moto al limitatore in sesta marcia e questo non fa altro che confermare una tesi più volte dimostrata, del fatto che in moto è meglio non pensare di ingarellarsi con certe auto perché l’aerodinamica giocherà sempre a sfavore del motociclista.

Al di là di questo, ancora una volta bisogna guardare questi video con un attimo di attenzione, perchè quello che si vede non sempre corrisponde a realtà. Dai dati che abbiamo raccolto, infatti, il video è stato girato tra le località di Väckelsång e Säljeryd che distano tra loro 9,3 km, percorsi dai due "scellerati" in 2 minuti e 21 secondi, che corrispondono a una velocità media di 240 km/h quindi decisamente più bassa dei 299 all’ora che sono pressoché fissi sul tachimetro della R1. Come mai? La risposta è banale: la YZF-R1 ritratta nel video ha i rapporti finali accorciati e questo lo si vene bene da come prende rapidamente i giri, di conseguenza la velocità indicata dal tachimetro è falsata perché viene rilevata sul pignone e non sulla ruota.

SFIDA IMPARI
In tutto questo, però, ci fa sorridere l’ottimismo del proprietario della R1 che dalla strumentazione risulta essere un modello del 2008, che pensa di riuscire a superare una SL 63 AMG (senza schiantarsi contro una betulla oltretutto…). La Yamaha per quella edizione della moto dichiarava 180 cavalli che poi però sul banco prova risultavano decisamente meno, facendo sì che con quella moto non fosse poi così facile distendere la sesta marcia in poco spazio (altro motivo per cui siamo certi che la moto del video ha i rapporti accorciati). Ma allora, con una moto che raggiungeva a stento i 165 cavalli veri e i rapporti corti, come pensava di impensierire una supercar spinta da un V8 a benzina 5,5 litri biturbo da 537 CV che, aggirati i limitatori, viene dichiarata per 300 km/h effettivi?

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Curiosità


Top