Attualità e Mercato

pubblicato il 8 febbraio 2014

Hero RNT TDI 150 e iON, il futuro della mobilità all'India Auto Expo 2014

L'innovazione passa dal salone indiano con uno scooter turbo diesel e una moto elettrica sorprendente

Hero RNT TDI 150 e iON, il futuro della mobilità all'India Auto Expo 2014
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Hero RNT TDI 150 e iON - anteprima 1
  • Hero RNT TDI 150 e iON - anteprima 2
  • Hero RNT TDI 150 e iON - anteprima 3
  • Hero RNT TDI 150 e iON - anteprima 4
  • Hero RNT TDI 150 e iON - anteprima 5
  • Hero RNT TDI 150 e iON - anteprima 6

Oggi apre al pubblico l'India Auto Expo 2014 di Delhi, il più importante salone dedicato all'automotive per i paesi del Pacifico, con novità e concept innovativi come quelli presentati da Hero MotoCorp: l'RNT TDI 150 uno scooter con motore diesel sovralimentato da 150 cc, mentre l'iON è una futuristica moto elettrica con batterie super compatte e sospensioni magnetiche.

Quelli che fino a poco tempo fa venivano considerati paesi emergenti, ora sono il fulcro dell'intero mercato mondiale per molte case costruttrici, come dimostrano i dati di vendita dei colossi giapponesi e asiatici, che portano avanti lo sviluppo di nuove tecnologie sviluppate ad hoc per i paesi dove regnano le piccole cilindrate e i grandi volumi di vendita. Hero MotoCorp è uno dei "big" indiani che quest'anno ha stupito tutti con l'RNT TDI 150, uno scooter dall'estetica particolare e dal piccolo motore turbo diesel da appena 150 cc, affiancato a un motore elettrico che fornisce motricità anche alla ruota anteriore e favorisce il contenimento dei consumi. L'accelerazione dichiarata è di 5 secondi per arrivare a 60 all'ora e il peso è contenuto in 136 kg.

L'iON, compagna di stand del concept a gasolio, è invece una moto elettrica che rappresenta lo studio di tecnologie per il futuro, che sono meno fantascientifiche di quanto l'aspetto possa suggerire. Le ruote senza mozzo e raggi girano grazie a un cuscinetto elettromagnetico, una tecnologia derivata dalle monorotaie a levitazione, mentre le sospensioni M-Link smorzano le sconnessioni grazie a un fluido che cambia viscosità in base al campo magnetico. Le batterie "Lithium-Air" sono la versione futuristica delle attuali a ioni di litio e in un volume decisamente più ristretto riescono a contenere parecchia più energia sfruttando l'aria per attivare un particolare processo di ossidazione che aumenta l'efficienza. Il cockpit è interattivo e può dialogare con il casco del pilota per navigazione e info sul traffico.

Oltre a questi concept, il salone indiano ha portato parecchie novità che entreranno subito nel mercato interno, come ad esempio la nuova Bajaj Pulsar 400 SS, cugina della KTM Duke/RC 390, la Hero Splendor da oltre 70 km/l o le gamme completamente rinnovate di Mahindra e Hyosung. La ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie per la mobilità sta abbandonando lo statico scenario occidentale in favore dei mercati asiatici, dove le vendite e la domanda continuano a crescere.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , saloni , concept , emissioni zero , moto elettriche


Top