Attualità e Mercato

pubblicato il 30 gennaio 2014

BMW Italia partner della Terza Giornata Interculturale Bicocca

Venerdì 31 gennaio si parlerà di esempi di buone convivenze fra cittadini immigrati e nativi, attraverso gli interventi di istituzioni, docenti, sociologi, antropologi e imprenditori sociali

BMW Italia partner della Terza Giornata Interculturale Bicocca

Alla Terza Giornata Interculturale Bicocca (in programma domani nell’Ateneo milanese venerdì 31 gennaio 2014 dalle 9 alle 19) ci sarà anche BMW Italia come partner, sempre attenta al corretto sviluppo delle tematiche sociali.

Secondo Mariangela Giusti, docente di Pedagogia Interculturale dell’ateneo milanese e direttore scientifico della Terza Giornata Interculturale Bicocca, «Il pensiero interculturale in educazione è un pensiero complesso; ha fatto la sua comparsa nel sistema scolastico italiano alla fine degli anni Ottanta, dunque è un pensiero recente che si costruisce progressivamente. Ma per crescere e radicarsi ha necessità di ascoltare voci, prospettive di studio, esperienze varie e diverse. Questo evento intende offrire un’opportunità di ascolto, dialogo, conoscenza reciproca con lo scopo di aumentare la consapevolezza che ciascuno di noi è parte di un tutto».

La giornata si apre con una discussione sul tema dell’integrazione e della valorizzazione della presenza dell’altro sotto diverse prospettive: dal punto di vista filosofico, Salvatore Natoli, con l’intervento "Sistemi di credenze e condotte morali"; dal punto di vista pedagogico, Susanna Mantovani, Giulia Pastori e Francesca Zaninelli, con i risultati dello studio "Genitori che attraversano confini: temi e voci", e sotto il profilo pedagogico-culturale, Mariangela Giusti, con il contributo "Immigrazioni, consumi culturali, movimenti di persone, idee".

Nel pomeriggio invece, tre conferenze tematiche:
- Muoversi verso altrove, condividere, educare. Le esperienze multiculturali nella nostra realtà sono molteplici: dall’impresa sociale Plain Ink, raccontata dalla sua creatrice Selene Biffi (una dei premiati dello scorso Intercultural Innovation Award), al progetto "Dencity", che prevede una serie di interventi in chiave interculturale in quartieri milanesi come Giambellino e Barona, alla riflessione sociologica sui flussi di migrazione femminile.
- Raccontare per immagini spostamenti, contraddizioni, interazioni. L’intercultura passa attraverso le immagini e i progetti dedicati agli stranieri nei musei di Brera, dove le mostre sono raccontate anche con guide straniere e secondo il loro punto di vista, del GaMEC di Bergamo, dove gli stranieri divengono a loro volta formatori, del Museo Civico Archeologico Etnologico di Modena, del MuCEM di Marsiglia ne sono un esempio. Anche in questa sezione sarà presente uno dei premiati dell’Intercultural Innovation Award: Victor Odindo Ombonya presenterà l’esperienza di FilmAid.
- Territori, luoghi delle città, dimensioni interculturali, in cui si affronta il tema del pensiero culturale a scuola, con contributi come "Il progetto VOICES", o il primo progetto in Italia di trilinguismo nella scuola dell'infanzia (cinese-italiano-inglese), realizzato al Collegio San Carlo di Milano. Apre la sessione l’assessore all’educazione del comune di Milano, Francesco Cappelli.

La Terza Giornata Interculturale Bicocca è organizzata dal Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione "Riccardo Massa" (in partnership con United Nations Alliance of Civilizations, The Intercultural Innovation Award e BMW Group Italia) ha ottenuto il patrocinio del Ministro per l’Integrazione, della Regione Lombardia, della Provincia di Milano, del Comune di Milano e dell’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , personaggi , interviste , sicurezza , personaggi famosi , trasporti


Top