Attualità e Mercato

pubblicato il 28 gennaio 2014

Pedaggi autostrade: parte lo sconto del 20%

Approvata la proposta del Ministro Lupi, i pendolari avranno lo sconto. Ma serve di più

Pedaggi autostrade: parte lo sconto del 20%

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha appena diramato la notizia dell’accoglimento da parte dell’Aiscat, l’associazione delle concessionarie autostradali, della proposta del ministro delle Maurizio Lupi. A partire da febbraio e sino al 31 dicembre 2015 i pendolari godranno di una agevolazione tariffaria/abbonamento del 20%.
Godrà di questo sconto chi, in un mese, farà per almeno venti volte il percorso di andata e ritorno (40 tratte) su un tragitto definito da casello a casello per una tratta massima di 50 chilometri (50 andata e 50 ritorno). Lo sconto scenderà progressivamente dal 20 al 10 per cento al diminuire dei viaggi sino alla soglia minima di dieci viaggi di andata e ritorno (20 tratte) sotto la quale è difficile essere definiti pendolari.

LUPI: "AIUTO CONCRETO"
La dichiarazione del Ministro Lupi è stata: "E’ un aiuto concreto a una delle due categorie sulle quali si fa sentire in modo più sensibile l’impatto degli aumenti delle tariffe. L’altra categoria è quella degli autotrasportatori con i quali è già aperto il tavolo per concordare le forme di compensazione degli aumenti. Con questi sconti si va oltre l’aumento medio del 3,9% (circa un punto percentuale in meno rispetto al precedente anno, con punte che, in alcuni casi, hanno superato la percentuale dell’8% come sulla Strada dei Parchi), proprio perché si ritiene che in questo momento chi ha bisogno vada particolarmente aiutato".

PERCHE’ GLI AUMENTI OGNI ANNO?
Ma vi siete chiesti perché le autostrade aumentano ogni anno? La risposta è semplice: gli aumenti fanno parte di un accordo firmato in passato dall’ex ministro Antonio Di Pietro che riguarda la convenzione delle concessioni autostradali. La convenzione prevede che sia possibile adeguare i pedaggi ogni anno, in base all’andamento dell’inflazione (per il 70%) e alla remunerazione degli investimenti.
Remunerazione degli investimenti significa che se una concessionaria autostradale fa dei lavori per migliorare l’infrastruttura, essa deve essere remunerata per quello che ha fatto. E siccome da quando è stato firmato l’accordo negli anni 2006/7 la domanda è calata drasticamente (cioè gli italiani usano meno le autostrade), di conseguenza le concessionarie alzano le tariffe perché sanno che ci saranno meno persone che usano l’autostrada e quindi l’investimento verrà spalmato su meno utenti…

E proprio su questo il ministro Lupi prosegue: " I patti uno Stato come l’Italia li rispetta, assicurando all’intero settore la certezza e la stabilità del quadro regolatorio. Ma non vogliamo ritrovarci al primo gennaio 2015 nella situazione di quest’anno. Per questo nei quattro mesi da qui a giugno, partiranno i lavori di un Tavolo tecnico a cui parteciperà oltre al MIT, al MEF e all’AISCAT, anche l’Autorità di regolazione dei trasporti, per trovare soluzioni stabili per l’intero comparto autostradale, garantendo la concreta realizzazione degli investimenti ma anche il contenimento delle tariffe".
Insomma, le intenzioni del ministro sembrano buone perché vanno in direzione di un maggior controllo sugli investimenti e di conseguenza anche sugli aumenti che, al di là di tutto, sembrano al cittadino davvero ingiustificati…

COME OTTENERE LO SCONTO?
Beh, questo ancora non è stato chiarito dall’Aiscat… Di sicuro il sistema funzionerà solo attraverso l’utilizzo del Telepass o della Viacard, in modo da identificare in maniera univoca i pendolari. Questo significa che i motociclisti dovranno dotarsi di un supporto per il Telepass (ce ne sono di molti tipi in commercio) e, con ogni probabilità, dovranno anche accreditarsi presso Autostrade per l’Italia per ottenere lo status di pendolare e accedere allo sconto. Al momento non sono ancora state diramate le norme operative, quindi torneremo presto sull’argomento.
Solo un dato ci fa pensare: la tratta massima percorribile è di 50 km. Vogliamo scommettere che chi ne dovrà fare di più uscirà e rientrerà in autostrada poco prima di 50 km?

Leggi la Mappa degli aumenti dei pedaggi 2014

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , strada , curiosità , codice della strada


Top