Novità

pubblicato il 22 gennaio 2014

URB-E: il mini scooter elettrico che batte auto e biciclette

Presentato al CES di Las Vegas: costa 1500 dollari, fa 15 miglia all’ora e ha autonomia di 20 miglia

Che la rivoluzione della elettromobilità sia partita dagli Stati Uniti è un dato di fatto, e lo dimostrano le tantissime idee innovative che periodicamente arrivano da oltre oceano. L’ultima, geniale proposta, è stata mostrata al CES di Las Vegas a gennaio 2014 e si chiama Urb-E, miniscooter elettrico che si autodichiara "veicolo elettrico più compatto al mondo". E in effetti è così e il video virale che la Egological Mobility Solutions ha pubblicato lo dimostra bene.

PIU’ CIVILIZZATO
L’intento del Urb-E è quello dichiarato di rendere la mobilità personale più civilizzata, e per farlo ha preparato un video molto simpatico in cui è uno scimmione a dimostrare al mondo degli umani che c’è un modo più civile di muoversi in città. Il confronto tra essere umano e scimmione vede il primo svegliarsi in ritardo, fare colazione ingozzandosi e poi affrontare il delirio del traffico urbano in automobile, mentre il gorilla si sveglia con tutta calma ed esce di casa con il suo Urb-E, usandolo per raggiungere l’autobus e il treno per poi piegarlo e usare i mezzi pubblici. Le dimensioni del miniscooter quando ripiegato, sono in concorrenza addirittura con quelle di una bicicletta (ma esistono le bici pieghevoli…) rispetto alla quale, però non c’è bisogno di pedalare.

LA SFIDA DELL’ULTIMO MIGLIO
Negli intenti dei quattro soci della Egological Mobility Solutions, c’è proprio la realizzazione di un micro veicolo elettrico che aiuti la gente nel coprire il "primo e ultimo miglio", quel tratto di strada che solitamente separa casa e ufficio dai mezzi pubblici e che può incidere notevolmente sui tempi di percorrenza. Secondo le stime dell’azienda americana, nel 2025 il 70% della popolazione mondiale vivrà in città e quindi crescerà molto la domanda per veicoli di questo genere. Secondo i titolari del progetto, le proposte attuali in questo campo sono tutte ingombranti, pesanti e costose, mentre l’Urb-E è piccolissimo, pesa meno di 12 kg e costa 1500 dollari (al cambio attuale meno di 1000 euro).

Le prestazioni sono sufficienti per piccoli spostamenti, visto che il mini scooter ha una velocità di punta di 15 miglia orarie (24 km/h), una autonomia di 20 miglia (32 km) ed è spinto da un motore brushless da 250 watt montato sulla ruota anteriore alimentato da una batteria al Li-Ion da 36 volt. La ricarica da una presa casalinga avviene in 3 ore e la batteria può essere ricaricata per 5000 cicli.
La costruzione è in alluminio saldato e bullonato e lo scooter consta di due travi quadrate incernierate che fanno da telaio. Con un solo meccanismo lo scooter si ripiega su se stesso e la sella scende verso il basso. Le ruote sono tre e l’unica sospensione è un ammortizzatore da bicicletta montato sotto alla sella (come il Ciao…). Non manca, ovviamente un supporto per lo smartphone che, attraverso una app dedicata, diventa il cruscotto dello scooter.
In sostanza un veicolo intelligente, che a prima vista sembra ben fatto e che fa sorridere. Almeno come la lista delle FAQ pubblicata sul sito dell’Urb-E, dove viene esplicitamente spiegato che: "No, il veicolo non comprende un costume da gorilla"!

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Novità , curiosità , tecnologia , automatiche , moto elettriche


Top