Attualità e Mercato

pubblicato il 15 gennaio 2014

Radical Ducati chiude i battenti

I titolari dell’officina spagnola lo hanno dichiarato via Facebook senza spiegare il perché

Radical Ducati chiude i battenti

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, la Radical Ducati, officina di Madrid specializzata nella costruzione di Special su base Ducati chiude i battenti in questi giorni. A darne la notizia i due simpatici titolari, Reyes e Pepo, che proprio dall’Italia e dal Bike Expo partirono per la loro avventura durata 15 anni. Fu infatti la fiera di Padova di allora a consacrare la Radical Ducati nel firmamento dei customizer specializzati in preparazioni su base Ducati.
La notizia è stata data poche ora fa via Facebook da Pepo e Reyes che molto semplicemente hanno dichiarato che è arrivato il momento per cambiare vita.

Gli spettatori del Motor Bike Expo 2014, quindi, a Verona non troveranno la simpatica accoppiata di appassionati spagnoli con il loro consueto stuolo di special realizzate con gran gusto. Questo è davvero un peccato perché nel corso degli anni la Radical Ducati era passata da semplice officina di elaborazioni a vero produttore di kit e parti speciali progettate in proprio che si erano fatte apprezzare per l’ottima qualità e per il design accuratamente studiato. La lista delle special costruite nel costo di tre lustri è lunghissima e sarebbe impossibile citarle tutte in questa sede, visto che Pepo e Reyes hanno spaziato indifferentemente dal racing al vintage, dalle special d’epoca alle cafè racer, passando per qualche naked estrema e svariate supermotard. Ve ne proponiamo una selezione nella gallery in questo articolo.
I titolari hanno dichiarato che comunque sia la fanpage su Facebook e il blog rimarranno attivi per conservare vivo lo spirito Radical.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , bicilindriche , special , curiosità , personaggi , motor bike expo , motor bike expo 2014


Top