Sport

pubblicato il 8 gennaio 2014

Suzuki MotoGP 2015: la storia in video

Manca ancora un anno al debutto, ma la Suzuki fa comunicazione sul progetto MotoGP con una serie di video

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Suzuki MotoGP 2015 - Test Montmelo - anteprima 1
  • Suzuki MotoGP 2015 - Test Montmelo - anteprima 2
  • Suzuki MotoGP 2015 - Test Montmelo - anteprima 3
  • Suzuki MotoGP 2015 - Test Montmelo - anteprima 4
  • Suzuki MotoGP 2015 - Test Montmelo - anteprima 5
  • Suzuki MotoGP 2015 - Test Montmelo - anteprima 6

I piani industriali e sportivi delle grandi case motociclistiche a volte sono difficilmente interpretabili se visti dall’esterno. La colpa va probabilmente ascritta alla passione che normalmente vive nei pensieri dei motociclisti, che rende tutto apparentemente facile o spiegabile attraverso meccanismi semplici. Così però non è di certo, e dietro a scelte importanti ci sono sempre tutta una serie di fattori complessi che hanno portato i responsabili a farle.
Certe decisioni, però, sembrano davvero strane e già da molti mesi citiamo il caso della Suzuki MotoGP, moto per la quale è che è stato annunciato il ritorno alle corse con oltre un anno e mezzo di anticipo. Sì perché, se ricordate, nello scorso mese di giugno 2013 la casa di Hamamatsu ha annunciato il ritorno alla MotoGP che avverrà nella stagione 2015. A ben pensarci è davvero inconsueto pensare di avere una moto pronta per gareggiare e non utilizzarla, ma continuare a svilupparla per conto proprio privandola del confronto agonistico con le avversarie.

LA STORIA DELLA SUZUKI MOTOGP IN VIDEO
Insomma: già nello scorso giugno immaginavamo che tra i motivi della decisione di non correre nel 2014 poteva esserci la paura di non essere competitivi contro gli attuali mostri sacri della MotoGP. Alla luce di tutti i test che la moto ha fatto durante il 2013, però, anche in presenza di altre moto, sembra doppiamente strano che alla Suzuki abbiano in casa una moto competitiva e deliberatamente abbiano deciso di fare ancora una stagione di soli test… Sul progetto, però, la Suzuki sta continuando a credere molto e sta lavorando parecchio anche sulla comunicazione facendo uscire proprio in questi giorni una serie di videoclip che raccontano la genesi e lo sviluppo della moto, di cui oggi vi mostriamo la terza puntata.
Ma allora, se tutto va come previsto, la moto è competitiva, il team c’è e tutto sarebbe pronto per il rientro in gara, perché aspettare? Noi un’idea ce la siamo fatta: ad Hamamatsu hanno deciso di cercare di massimizzare il ritorno di immagine legato alla MotoGP ingaggiando un pilota di grido che porti subito la moto nelle prime file fin dal debutto. E allora cosa ci sarebbe di meglio di un nove volte Campione del Mondo, che proprio a fine 2014 sarà libero da contratti?
Magari sbaglieremo, ma siamo pronti a scommetterci un euro!

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , 1000 , motogp , pista , curiosità , piloti , editoriale


Top