Special e Elaborazioni

pubblicato il 3 gennaio 2014

KSG “The Future”: il trike che piega… a richiesta

Una incredibile realizzazione della giapponese Kreissieg: un trike che può piegare come una moto al tocco di un tasto

KSG “The Future”: il trike che piega… a richiesta
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Kreissieg The Future trike - anteprima 1
  • Kreissieg The Future trike - anteprima 2
  • Kreissieg The Future trike - anteprima 3
  • Kreissieg The Future trike - anteprima 4
  • Kreissieg The Future trike - anteprima 5
  • Kreissieg The Future trike - anteprima 6

Ok, lo sappiamo: andare in moto non è affare per tutti perché la dinamicità intrinseca del mezzo a due ruote non sempre è qualcosa a cui si è abituati o si riesce ad abituarsi. Viaggiare a tetto scoperto, con l’aria sul viso, però, spesso è desiderio anche di chi non ha dimestichezza con le moto o ha problemi di deambulazione, e allora? Cosa c’è di meglio di un bel trike per godersi il paesaggio in tutto relax e viaggiare senza la paura di cadere? Ora, non vogliamo entrare in merito all’utilità, o al divertimento che si possa trarre dalla guida di un trike, ma vogliamo soffermarci un secondo a guardare il progetto, funzionante e regolarmente in commercio, di un’azienda giapponese, la Kreissieg, che costruisce dei trike molto compatti con retrotreno fisso che può diventare basculante azionando un meccanismo. Incredibile?

DALLE MARMITTE AI TRIKE
La Kreissieg è un’azienda molto nota in giappone per la sua linea di impianti di scarico sportivi per supercar, o per versioni sportive delle più note due volumi europee. Il suo secondo ramo di business è costituito dalla linea di trike The Future", realizzati su base Harley-Davidson.
Come si vede dalle foto, le finalità di progetto dei The Future sono molteplici, in primis c’è la costruzione di trike molto più compatti del normale, e infatti si nota subito che l’interasse tra i pneumatici posteriori è molto ridotto se confrontato con un trike tradizionale. Senza andare troppo contano, basta confrontare le foto del Tri Glide Harley-Davidson per notare che l’ingombro posteriore è più che dimezzato. Il secondo importante obiettivo di progetto è la possibilità di offrire al trike di piegare come una moto convenzionale, in modo da permettergli di affrontare curve a velocità più sostenuta rispetto a un triciclo a telaio fisso.

Il meccanismo del KSG The Future è meccanico e, da quanto abbiamo potuto sapere, è una sorta di kit a sé stante che si monta al posto del forcellone senza fare troppe modifiche alla ciclistica. Il moto alle ruote viene trasmesso da una catena ausiliaria posta centralmente, che aziona la ruota sinistra, anche se noi ci auguriamo che il moto passi anche alla destra tramite un circuito idraulico interno al forcellone.
I due bracci del forcellone sono liberi di oscillare in modo vincolato quando la moto si inclina o possono essere bloccati attraverso dei servomeccanismi semplicemente agendo su un pulsante sul manubrio. In questo modo il pilota può scegliere liberamente se usare il The Future come un trike rigido o inclinabile. Il sistema è in grado di mantenere automaticamente la moto verticale al semaforo bloccando i freni e rilasciandoli non appena il pilota decide di partire.

Il sistema viene proposto dalla Kreissieg per le famiglie di prodotto Harley-Davidson, Softail e Touring ma, a quanto sembra, è possibile anche fare applicazioni specifiche su richiesta del cliente o su motociclette già customizzate, come la possibilità di adottare pneumatici di misura motociclistica per mantenere anche un pizzico di maneggevolezza o enormi gomme in stile drag, sulla cui utilità bisognerebbe indagare un po’... Del resto, de gustibus…

KSG The Future Trike

KSG The Future Trike

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Special e Elaborazioni , bicilindriche , 1000 , cruiser , special , curiosità , tecnica , tecnologia , trike , concept , custom , 1200 , 1400


Top