Test

pubblicato il 3 gennaio 2014

Honda CRF250M - PROVA Consumi

Cosa fare in pausa pranzo? Semplice… il giro del centro storico di Roma in… 80 cents!

Honda CRF250M - PROVA Consumi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda CRF250M - PROVA Consumi - anteprima 1
  • Honda CRF250M - PROVA Consumi - anteprima 2
  • Honda CRF250M - PROVA Consumi - anteprima 3
  • Honda CRF250M - PROVA Consumi - anteprima 4
  • Honda CRF250M - PROVA Consumi - anteprima 5
  • Honda CRF250M - PROVA Consumi - anteprima 6

Chi dice che per la città il mezzo che consuma meno carburante è lo scooter? Ok, sicuramente ci sono dei "monomarcia" esageratamente parchi nei consumi, ma sono divertenti? Poche chiacchiere, questa volta vi abbiamo convinto, la moto è la moto! Al giorno d’oggi, con il momento in cui versa l’Italia, una goccia di benzina al giorno, può fare la differenza. In redazione avevamo una Honda CRF250M (viene 4.650 euro f.c.) che abbiamo utilizzato per gli spostamenti urbani, ma visto che il test è già stato effettuato (leggi il test per i dati tecnici e le impressioni di guida), cosa potevamo organizzare? Semplice, sfruttare una pausa pranzo ed un tiepido sole per fare... il giro del centro storico di Roma. Con quanto? Jules Verne scrisse il romanzo "Il giro del Mondo in 80 giorni"; da qui l’idea per la nostra prova. Fare "il giro di Roma in… 80 cents!".

34 KM/L
Iniziamo con i dati forniti da Honda: 34 Km/l nel ciclo medio WMTC. Il peso del mezzo? Solo 145 Kg in ordine di marcia. Cavalli? 23,1 CV a 8.500 giri/min. Abbiamo voluto dunque capire se fosse veramente possibile fare così tanta strada con una moto che, a differenza di uno scooter, è anche divertente e comunque agilissima, stabile grazie ad una ciclistica da vera moto, e sicura grazie ad un impianto frenante decisamente sovradimensionato. Ma il test della moto l’abbiamo già fatto, dunque, veniamo subito al punto!

80 CENTS… per 18,1 KM
Ci siamo recati dal benzinaio più vicino e tramite un misurino abbiamo speso il nostro budget: 80 cents! Il costo del distributore per litro di benzina (... loro quanto costa nel centro storico!) era di 1,85 euro. Abbiamo dunque fatto 0,43 litri di benzina a serbatoio rigorosamente svuotato, concedendo alla nostra monocilindrica (e alla povera iniezione elettronica...), solo 0,10 litri in più per far avviare il motore. Importantissimo: ricordiamo di riempire sempre le taniche a contatto con il terreno o comunque non tenendo in mano la tanica (deve sempre poggiare su qualcosa di collegato al terreno), in modo da "scaricare" l’energia cinetica che va a crearsi. Ma quanto si può fare con meno di mezzo litro di benzina? Honda dichiara 34 Km con un litro, quindi 17 Km per mezzo litro di carburante. La nostra sfida? Superare questi dati, diminuendo il carburante (0,43 litri) e aumentando la distanza (18,1 Km). Per dovere di cronaca, vi diciamo che la prova è stata effettuata con 14°C, con il 59% di umidità, il peso del pilota con l’attrezzatura era di 80,5 Kg e dalle ore 13 alle 15 per trovare il meno traffico possibile.

TURISTA FAI DA TE!
Ed allora ecco qui il nostro giro, più che turistico, in visita a qualche monumento di Roma. Siamo partiti a 250 metri dal benzinaio presso Piazzale Ostiense, per vedere la Piramide Cestia (purtroppo in ristrutturazione), per poi proseguire sopra il Circo Massimo per ammirare i Fori Imperiali, proseguire con il Colosseo, per poi dirigerci a Piazza Esedra (Piazza della Repubblica) passando per la splendida Basilica di Santa Maria Maggiore. Da qui abbiamo attraversato Via Nazionale per giungere in Piazza Venezia, dove abbiamo ammirato il Vittoriano (Altare della Patria). Ci siamo poi spinti all’interno per farci "cullare" dal suono dell’acqua della Fontana di Trevi (25 metri ad andare a spinta e 25 metri a tornare; fortuna che la moto pesa poco!), per poi passare per il Viminale e raggiungere Trinità dei Monti (sopra la splendida scalinata di Piazza di Spagna) e concederci un panino veloce all’ingresso di Villa Borghese dal lato del Pincio. Siamo dunque ripartiti in direzione Piazza del Popolo (abbiamo sfruttato la discesa a gas rigorosamente chiuso), per poi affrontare parte del Lungotevere e percorrere via della Conciliazione, dove abbiamo raggiunto la nostra tappa finale con un "abbraccio" della Basilica di San Pietro. 18,1 Km! Obbiettivo raggiunto! A questo punto la sfida delle sfide era riuscire a tornare in redazione senza... spingere. Altri 4,6 Km di strada. Ce l’abbiamo fatta? Quasi: dopo due chilometri la piccola Honda si è spenta, a 500 metri dal benzinaio più vicino a Via Emilio Morosini. Alla fine con circa 0,45 litri di benzina abbiamo fatto quasi 20,5 Km, ovvero oltre 40 Km/l. Ok, lo ammettiamo, non c’era traffico, le discese le abbiamo fatte a gas chiuso ed il passo era "modalità nonno di 90 anni", ma la piccola Honda ce l’ha fatta. Ora scusateci, con il pieno e le gomme nuove, andiamo a "bruciare" i 7,7 litri del serbatoio. Faremo più di 300 Km? Beh, speriamo non lo legga il Direttore o prova a farci fare un Roma-Firenze e la sella non è delle più comode...

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Test , monocilindriche , supermoto , varie , carburanti , prove


Listino Honda CRF250M - model year 2013

CRF250M
Cilindrata
250.00 cm³
Potenza
17.00 kW / 23.10 CV
Coppia
2.24 kgm / 22.00 Nm
Peso
145.00 kg
Altezza sella
855 mm
Prezzo
4.640,00 €
Vai al Listino »
Top