Attualità e Mercato

pubblicato il 19 dicembre 2013

Roma 19 dicembre: ancora blocco dei veicoli più inquinanti

Migliora la qualità dell’aria ma resta il blocco ai veicoli più inquinanti

Roma 19 dicembre: ancora blocco dei veicoli più inquinanti

Il mese di Dicembre 2013 sarà ricordato dai cittadini romani come quello che ha visto la maggior concentrazione di blocchi del traffico a causa dello smog che sembra non voler abbandonare la Capitale. Sì perché facendo i conti, nei primi 19 giorni di Dicembre, sono già stati imposti quattro giorni di targhe alterne, più altri cinque giorni di blocco per i veicoli più inquinanti, oltre alla domenica senz’auto dello scorso 1 dicembre. In totale fanno ben otto giorni per ogni cittadino motociclista o automobilista senza la possibilità di utilizzare il proprio veicolo per i propri spostamenti.

Le condizioni dello smog sono in leggero miglioramento e lo conferma l’Assessorato all’Ambiente in una nota: "La qualità dell’aria di Roma sta registrando un lieve miglioramento, così come evidenziato dalle previsioni di Arpa Lazio che indicano sull’area, per le prossime 48-72 ore, un progressivo superamento dello stato di criticità in atto". Restano però alte, al momento, le concentrazioni di polveri sottili. Visti dunque i valori registrati dalle centraline e considerate le previsioni Arpa "che, per le prossime 24 ore, evidenziano il rischio di superamento dei valori limite", il Campidoglio ha nuovamente disposto il blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti all'interno della Fascia Verde.

STOP ALLE MOTO EURO 1
Oggi giovedì 19 dicembre, pertanto, dalle 7.30 alle 20.30, stop alle seguenti categorie di veicoli all'interno della Fascia Verde: autoveicoli a benzina "euro 0" ed "euro 1"; autoveicoli diesel "euro 0", "euro 1" e "euro 2"; motoveicoli e ciclomotori a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi "euro 0" ed "euro 1"; microcar diesel "euro 0" ed "euro 1".
Oltre a questa imposizione, permane il divieto di tenere accesi i riscaldamenti nelle abitazioni a temperature dell’aria superiori a 18° e oltre le 12 ore giornaliere consentite dalla legge. Ancora una volta, però, fa sorridere che nelle ordinanze del comune venga citata questa imposizione senza che sia possibile fare alcuna verifica…

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , 1000 , 600 , citta , 800 , 1200 , 1400 , 500


Top