Curiosità

pubblicato il 6 dicembre 2013

BMW R nineT: “la mia prima volta”

La settima novità della Casa dell’Elica è pronta per andare nelle concessionarie BMW Motorrad!

BMW R nineT: “la mia prima volta”
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW R nineT: la prima moto prodotta - anteprima 1
  • BMW R nineT: la prima moto prodotta - anteprima 2
  • BMW R nineT: la prima moto prodotta - anteprima 3
  • BMW R nineT: la prima moto prodotta - anteprima 4
  • BMW R nineT: la prima moto prodotta - anteprima 5
  • BMW R nineT: la prima moto prodotta - anteprima 6

Ad inizio settimana lo stabilimento BMW di Berlino ha assistito all’ultimo dei sette lanci dei nuovi veicoli previsti per quest’anno: la nuova BMW R nineT, che è uscita dalla catena di montaggio per la prima volta, modello che rispecchia i valori del marchio e dei relativi 90 anni di storia. Testimoni dell’avvio della produzione i dipendenti, gli amici dell’azienda ed ospiti Vip, come Horst Lichter e Ronald Zehrfeld, nonché gli specialisti del custom della Urban Motor, appassionati di motori boxer del Motorcircus e giornalisti di tutto il mondo. Le prime tre moto completamente assemblate sono passate attraverso un punto fondamentale dello stabilimento BMW di Berlino: il dinamometro su rulli, dove non meno di 1.000 parametri vengono analizzati in brevissimo tempo e dove circa 100 spettatori sono stati presenti all’inizio della produzione. L’intero project team ha portato a termine lo sviluppo di un progetto durato due anni e mezzo, dal concetto originale fino alla produzione in serie. "Durante la fase iniziale, i nostri progettisti si sono incontrati con i colleghi dello sviluppo di Monaco", spiega il Dr. Marc Sielemann, Capo della produzione presso BMW Motorrad. "Siamo quindi stati in grado di integrare nel concetto aspetti relativi alla produzione già dal primo momento, assicurando la qualità dei nostri processi produttivi".

Durante un tour guidato dello stabilimento dopo la presentazione della moto, gli ospiti hanno acquisito una maggiore consapevolezza del processo di assemblaggio della BMW R nineT. E’ qui che l’attenzione al dettaglio diventa evidente, come ad esempio la placca in alluminio che porta il suo nome è fissata alla testa dello sterzo, un elemento stilistico il cui design richiama le moto BMW storiche. Durante le 14 fasi di assemblaggio e ulteriori postazioni di preassemblaggio, 21 dipendenti assicurano che i motociclisti con la passione per la guida di moto classiche sperimenteranno il piacere di guida su una BMW genuina. Grazie alla decisione di optare per il classico motore boxer con raffreddamento aria/olio, vengono ora prodotti per la prima volta in parallelo due nuovi propulsori boxer. Il motore già conosciuto sulla BMW R 1200 GS è stato sostituito da un boxer con raffreddamento aria/acqua nella nuova edizione di questo modello. Il serbatoio in alluminio della R nineT dimostra come allo stabilimento BMW di Berlino siano in grado di affrontare nuove sfide. Il look di alta qualità del serbatoio viene ottenuto da una finitura di vernice nera abbinata a superfici di alluminio spazzolate a mano e coperte di vernice trasparente. Per assicurare la necessaria adesione della lacca trasparente alla superficie di alluminio, gli specialisti dello stabilimento di Berlino hanno sviluppato una particolare pellicola trasparente che serve da strato legante tra la superficie di alluminio e la lacca trasparente.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW R nineT 2014 - anteprima 1
  • BMW R nineT 2014 - anteprima 2
  • BMW R nineT 2014 - anteprima 3
  • BMW R nineT 2014 - anteprima 4
  • BMW R nineT 2014 - anteprima 5
  • BMW R nineT 2014 - anteprima 6

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , bicilindriche , naked , curiosità , varie , 1200


Top