Attualità e Mercato

pubblicato il 5 dicembre 2013

Mercato Moto-Scooter novembre 2013: moto a -17,5%, scooter a -19,4%

Il penultimo mese dell’anno vede un totale di -18,8% se non si considerano gli ordini di Poste Italiane

Mercato Moto-Scooter novembre 2013: moto a -17,5%, scooter a -19,4%
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha T-MAX Bronze MAX 2014 - anteprima 1
  • Yamaha T-MAX Bronze MAX 2014 - anteprima 2
  • Yamaha T-MAX Bronze MAX 2014 - anteprima 3
  • Yamaha T-MAX Bronze MAX 2014 - anteprima 4
  • Yamaha T-MAX Bronze MAX 2014 - anteprima 5
  • Yamaha T-MAX Bronze MAX 2014 - anteprima 6

Ancora una volta, grazie ai dati di Confindustria ANCMA, registriamo una calo, una sofferenza del mercato, per il mese di novembre 2013 che non era difficile da immaginare. Il dato reale al penultimo mese dell’anno è pari al -18,8%, ma alla lettura dei dati delle immatricolazioni risulta più contenuto se consideriamo i mezzi immatricolati da Poste Italiane, che con 6.782 veicoli portano il bilancio totale al -4,7%. Il confronto con i dati degli ultimi mesi evidenzia un apparente andamento positivo degli scooter con 5.010 unità pari al +0,8%, ma ancora una volta (sempre considerando al netto della commessa per le Poste) il dato risulta essere di 4.006 scooter e un -19,4%, mentre il segmento moto "frena" con 1.772 pezzi ed un decremento del -17,5%. Sempre più a fondo i 50 cc che con 1.427 registrazioni ribadiscono una flessione pari al -29,5%. Ricordiamo infine che il mese di novembre vale in media il 3,4% sul totale immatricolato dell’anno.

"PERDITE PREOCCUPANTI"
Come ogni mese, diamo spazio alle dichiarazioni di Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMA, l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori: "Il mercato delle due ruote a motore, dopo oltre un anno di perdite preoccupanti nelle vendite, non riesce a invertire la tendenza. Nonostante i timidi segnali positivi, come gli indici di fiducia e la debole ripresa della produzione industriale, al momento non ci sono riflessi concreti sull’acquisto dei mezzi di trasporto. Se il quadro economico generale migliorerà, anche moto e scooter potranno ripartire nel 2014. Vogliamo credere che dalla "Consulta automotive" appena costituita presso il Ministero dello Sviluppo Economico e di cui Confindustria Ancma fa parte, potranno scaturire iniziative reali per intervenire sugli eccessivi costi di gestione dei veicoli: dalle accise aumentate, alle tariffe assicurative fuori controllo fino al miglioramento delle condizioni di credito. Tali misure sono sempre più urgenti. Un ulteriore aiuto potrebbe arrivare da investimenti seri sulle infrastrutture mirati a tutelare chi viaggia su due ruote". – continua il Presidente Capelli – "Siamo convinti che i numerosi modelli innovativi, sotto il profilo dell’equilibrio tra prestazioni, sicurezza, creatività, presentati ad EICMA, possano continuare ad alimentare la passione che il pubblico ha dimostrato affollando l’Esposizione". Già, a EICMA 2013 le Case hanno presentato diversi nuovi modelli, di cui molti "anticrisi", grazie a soluzioni intelligenti anche nel prezzo. Vedremo nella prossima primavera cosa accadrà.

CILINDRATE E SEGMENTI
Andiamo ora ad analizzare i dati nello specifico, iniziando con il dire che da gennaio a novembre sono stati immatricolati 149.923 veicoli, in discesa del -19,8% (non considerando gli scooter immatricolati da Poste Italiane nel 2012) se messo a confronto con gli stessi mesi dell’anno precedente. Gli scooter valgono 98.730 unità (-23,4%) mentre le moto totalizzano 51.193 vendite (-11,5%).

Analizzando le cilindrate, quelle che più "resistono" sono gli scooter di 125 cc con 31.978 vendite (sempre influenzate dagli oltre 1.000 scooter di novembre per le Poste), che significa un -21,4%, e i 150-200cc con 24.206 unità con un -18,7%. In caduta libera, invece, i 250cc con appena 3.436 pezzi e un -54,2%. Si consolida in quota il segmento più importante dei 300-500 cc con 31.169 pezzi pari al -17,4%. In crisi i maxi scooter oltre 500 cc con 7.941 unità, pari al -40,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.
Per quanto riguarda le moto, abbiamo andamenti differenziati: il segmento principale delle maxi oltre 1.000 cc con 5.535 vendite segna un -6,7%, seguono in termini di importanza le 800-1.000 cc con 12.729 pezzi e un -11,1%. Quanto alle cilindrate intermedie, 650-750cc, con 9.902 unità registrano un -22%, mentre si riducono ancora le 600 cc con 1.981 moto e un -37,4%. C’era da aspettarselo che il segmento delle 300 a 500 cc fosse "vivo", con 5.078 pezzi e un +22%; contenuto il calo delle 150-250 cc con 2.086 vendite e un -7,4%. Infine le 125 cc con 3.882 consegne pari al -16,1%. Anche nei segmenti ci sono delle differenze sostanziali: le enduro stradali con 16.816 pezzi pur in flessione del -4,2% si confermano come le preferite. Seguono le naked con 15.080 vendite e un -18%, al terzo posto le custom pari a 5.777 moto e un -7,3%; a seguire le moto da turismo con 4.828 veicoli pari al -12,5%, le sportive con 4.308 unità che si traduce in un -20,2%, e infine le supermotard con 3.211 moto in flessione contenuta del -3,5%. I 50 cc? Da gennaio a novembre raggiungono 30.240 registrazioni con un -36% rispetto al 2012. Ricordiamo infine che il totale complessivo delle due ruote a motore (immatricolazioni + 50 cc) nei primi 11 mesi del 2013 ammonta a 180.163 veicoli, pari al -23% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (sempre escludendo i veicoli delle Poste del 2012).

LA TOP5!
Inziamo dagli scooter, dicendo che a "dominare" la scena sono ancora una volta gli Honda SH, rispettivamente nelle cilindrate di 150 cc (9.080 pezzi), 300 cc (6.402 pezzi) e 125 cc (5.277) - i Mode sono 227 -. Non "sale" sul podio lo Yamaha TMAX 530 che vale "appena" 4.238 immatricolazioni. Chiude la Top5 degli scooter il Piaggio Beverly 300 con 4.107 pezzi che grazie ad un prezzo d’attacco fa più numeri della versione più dotata da 350 cc.
Venendo alla moto, la "Regina" è ancora lei, la BMW R 1200 GS, con 3.912 boxer immatricolati. Segue la crossover Honda NC700X con 1.685 pezzi e a sorpresa la Ducati Hypermotard che tra la versione Standard/SP e Hyperstrada vale 1.287 immatricolazioni. Al quarto posto troviamo ancora una moto di Borgo Panigale, la Ducati Multistrada 1200 con 1.221 immatricolazioni, mentre chiude la Top5 una custom, l’Harley-Davidson 883 Iron con 820 pezzi. Sostanzialmente la situazione di numeri e classifica è la medesima del precedente mese.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW R 1200 GS Adventure 2014 - anteprima 1
  • BMW R 1200 GS Adventure 2014 - anteprima 2
  • BMW R 1200 GS Adventure 2014 - anteprima 3
  • BMW R 1200 GS Adventure 2014 - anteprima 4
  • BMW R 1200 GS Adventure 2014 - anteprima 5
  • BMW R 1200 GS Adventure 2014 - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda SH Mode 125 2013 – foto statiche - anteprima 1
  • Honda SH Mode 125 2013 – foto statiche - anteprima 2
  • Honda SH Mode 125 2013 – foto statiche - anteprima 3
  • Honda SH Mode 125 2013 – foto statiche - anteprima 4
  • Honda SH Mode 125 2013 – foto statiche - anteprima 5
  • Honda SH Mode 125 2013 – foto statiche - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ducati Hyperstrada 2013 - Foto Statiche - anteprima 1
  • Ducati Hyperstrada 2013 - Foto Statiche - anteprima 2
  • Ducati Hyperstrada 2013 - Foto Statiche - anteprima 3
  • Ducati Hyperstrada 2013 - Foto Statiche - anteprima 4
  • Ducati Hyperstrada 2013 - Foto Statiche - anteprima 5
  • Ducati Hyperstrada 2013 - Foto Statiche - anteprima 6

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , monocilindriche , bicilindriche , 1000 , naked , enduro , quadricilindriche , chopper , cruiser , 600 , supermoto , supersport , superbike , varie , custom , maxi scooter , 800 , 1200 , 1400 , 500


Top