Eventi

pubblicato il 21 novembre 2013

E-Tropolis a EICMA 2013

L’azienda di Vicenza ha mostrato al Salone di Milano un carico di novità… ecologiche!

E-Tropolis a EICMA 2013

E-Tropolis era naturalmente presente a EICMA 2013 dove ha mostrato diverse novità, sia in tema di scooter che di biciclette elettriche. Parliamo dello scooter Reload e delle nuove e-Bikes. E’ stato poi presentato un accordo tra l’azienda di Romano d’Ezzelino (VI) e Cymichip.

RELOAD
La novità più importante è sicuramente il primo scooter elettrico dedicato al lavoro… e non solo. Si chiama Reload ed è uno scooter cargo, un mezzo da lavoro innovativo. E’ dotato di un ampio portapacchi posteriore, di un portapacchi anteriore, di una pedana spaziosa e si propone di segnare un nuovo punto di inizio nel panorama dei mezzi elettrici cargo. Il peso senza le batterie è di 85 Kg ed è dotato di un motore brushless che eroga una potenza al mozzo di 4000 W (certificato TÜV). Regolato da un sistema di erogazione della spinta perfettamente bilanciato, in grado di dosare la velocità nelle ripartenze, evitando gli strappi tipici degli scooter elettrici, Reload limitando così i picchi di consumo a vantaggio dell’autonomia. La dotazione tecnica è completamente nuova ed è stata sviluppata in collaborazione con un centro di ingegneria spagnolo specializzato in mobilità elettrica, azienda che curerà, insieme allo staff tecnico di E-Tropolis, il montaggio e la messa a punto di ogni singolo componente. Lo scooter è dotato di un "Vano Tecnico", un compartimento stagno posto sotto la sella all’interno del quale trovano alloggio il battery pack, il BMS e l’elettronica di potenza. Da questo vano escono anche il cavo per la ricarica e le connessioni dedicate alla diagnostica periodica, da eseguire presso i centri assistenza E-Tropolis, attraverso le strumentazioni USB Can.
Quanto al BMS, è il cuore dello scooter, parte che ha richiesto un lavoro durato oltre due anni. Questo monitora in maniera istantanea la tensione e la temperatura del battery pack e vanta una flessibilità del setting che può essere modulato a seconda delle esigenze del cliente. E’ poi adattabile a diversi tipi di batterie, purché al litio, senza perdere per questo in performance e peculiarità funzionali. Il BMS, inoltre, funge da "scatola nera" del veicolo, registrando tutte le informazioni: dalle differenti tipologie di utilizzo alle scariche effettuate alle eventuali avarie alle modalità di ricarica, consentendo l’esecuzione di check-up accurati in qualsiasi momento (tutto questo potrà essere effettuato anche tramite smartphone). Oltre a questo, naturalmente, il BMS esegue un calcolo della percentuale di carica residua presente nel battery pack e tale misurazione è particolarmente attendibile rispetto anche a qualsiasi altro sistema di rilevazione esterno. E-Tropolis ha poi pensato ai vari controlli di sicurezza, visto che il BMS effettua un monitoraggio del cortocircuito, il controllo della temperatura sia in carica sia in scarica, la tensione di ogni singola cella del battery pack, la autodiagnostica e la gestione automatica di un eventuale surriscaldamento del BMS stesso ed infine il bilanciamento attivo delle celle durante la carica. In particolare, quest’ultima funzione fa sì che durante la carica della batteria se una o più celle si stanno caricando troppo velocemente, il BMS le blocca e le scarica leggermente, in modo da allinearle alle altre celle, per poi riprendere a caricarle tutte insieme in modo bilanciato.
Abbiamo poi il Sistema di Monitoraggio USB Can, sistema di diagnostica ideato per etropolis Reload che rende più rapido ed efficiente il servizio di assistenza offerto da E-Tropolis ai propri clienti business. Immaginando ad esempio che uno o più mezzi etropolis Reload siano utilizzati da una società privata di consegna della posta in diverse città italiane, attraverso un modulo di connessione al PC (fornito direttamente al centro assistenza dell’azienda) sarà possibile scaricare tutte le informazioni dei vari veicoli che saranno, poi, lette in remoto dai tecnici E-Tropolis direttamente dalle sedi centrali in Italia, in Germania o in Spagna per poi eseguire da qui una diagnosi immediata.
Infine, il Battery Pack, che è composto da elementi litio LiFePO4 e può essere modulato in tre modi diversi, da 40 Ah, 60 Ah e 90 Ah.
Per la descrizione delle sovrastrutture vi invitiamo ad approfondire la cosa qui, ma vi ricordiamo i dati più importanti. Reload sarà disponibile in bianco/nero (versione da 40 Ah) al prezzo di 4.040 euro più iva, in bianco/rosso (60 Ah) a 5.081 euro più iva ed in nero (90 Ah) a 5.850 euro più iva.

E-BIKES
Arriva poi una nuova collezione di biciclette a pedalata assistita, composto da diverse sottocategorie. Della Serie Urban, fanno parte la Trekking e la City. La prima, bici a pedalata assistita, è offerta sia per Lui che per Lei. Entrambe le versioni sono dotate delle medesime caratteristiche tecniche e si differenziano per il design: linee più sinuose e delicate per "lei" e tratti più marcati per "lui". Il motore è da 250 W ed è dotato di un cambio Shimano V-Brake a 21 rapporti ed il selettore di modalità di utilizzo "eco/normal/sport" posizionato sul display LCD. L’autonomia del mezzo è stimata fino a 120 Km. Completano gli accessori di gamma, una batteria agli ioni di Litio Sony V3 - 36V, 11 Ah e un comodo portapacchi dedicato per entrambi i modelli. Il prezzo di listino è di 1.773,88 euro. La seconda ha sempre un motore da 250 W ed un cambio, sempre Shimano V-Brake ma a sette rapporti. Non manca il selettore di modalità di utilizzo "eco/normal/sport". L’autonomia del mezzo è stimata fino a 100 Km. Completano gli accessori di gamma, una batteria agli ioni di Litio Sony V3 - 36V, 11 Ah e un comodo portapacchi ed il prezzo è il medesimo della Trekking.
Abbiamo poi la Serie Entry che si divide in Trek EVO (1267,58 euro), City EVO (1267,58 euro) e Fold EVO (1099,22 euro). Quest’ultimo poi, è un modello "pieghevole". Tutti i prodotti ‘entry’ montano componentistica di qualità ed hanno fra le altre il controller che permette la perfetta erogazione dell’energia in modalità di pedalata assistita, limitando i consumi e rendendo i mezzi particolarmente silenziosi. Ogni mezzo monterà di serie un display al LED semplice da utilizzare e quindi accessibile a tutti ma in produzione tutti i modelli ‘entry’ saranno dotati della predisposizione per l’applicazione di un display LCD di ultima generazione (opzionale) del quale potranno usufruire i clienti più esigenti.

ETROPOLIS E CYMICHIP
Infine, e-Tropolis ha comunicato un nuovo accordo: a partire dal 2014, l’intera gamma di biciclette a pedalata assistita sarà codificata in modo univoco, garantendo al proprietario del mezzo tutta una serie di vantaggi, servizi e sicurezza. All’interno di ogni singolo mezzo e-Tropolis, infatti, sarà inserito un innovativo chip, in grado di garantire la tracciabilità e la protezione contro il furto. La soluzione è stata sviluppata da Cymchip di Vicenza, azienda operante già da alcuni anni nel settore delle tecnologie avanzate e specializzata nel comparto bici. Il "sistema", in particolare, consiste in un microchip elettronico che viene inserito sia all’interno dei vari mezzi sia in una card elettronica personalizzata da consegnare al momento dell’acquisto al proprietario. Inoltre, tutti i mezzi dotati di Cymichip saranno contrassegnati da un bollino sul telaio che ne attesterà la, cosiddetta, "chippatura". Fra le possibili opzioni attivabili usufruendo del servizio Cymichip c’è il servizio Cymisat, nato grazie alla collaborazione con Viasat e capace di erogare in caso di furto un accurato servizio di monitoraggio e localizzazione della bicicletta grazie all’installazione, eventualmente successiva all’acquisto del mezzo, di un dispositivo di trasmissione satellitare all’interno del telaio. Assieme al servizio Cymisat è attivabile anche la polizza anti-furto.

Autore: Redazione

Tag: Eventi , scooter , emissioni zero , moto elettriche , bici elettriche , eicma 2013


Top