Novità

pubblicato il 14 novembre 2013

Nuova Yamaha XT1200ZE SuperTénéré 2014

La granturismo on-off di Iwata ha ora le sospensioni elettroniche e 2 CV in più. Il prezzo è di 15.390 euro

Nuova Yamaha XT1200ZE SuperTénéré 2014
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha XT1200ZE SuperTénéré 2014 - anteprima 1
  • Yamaha XT1200ZE SuperTénéré 2014 - anteprima 2
  • Yamaha XT1200ZE SuperTénéré 2014 - anteprima 3
  • Yamaha XT1200ZE SuperTénéré 2014 - anteprima 4
  • Yamaha XT1200ZE SuperTénéré 2014 - anteprima 5
  • Yamaha XT1200ZE SuperTénéré 2014 - anteprima 6

Sono diverse le novità presentate da Yamaha in occasione di EICMA 2013. Tra queste, c’è qualcosa di… Adventure: la nuova Yamaha SuperTénéré XT1200ZE, moto che si evolve e va ad affiancare il modello già a listino (offerta a 14.390 euro e disponibile anche in versione WorldCrosser a 15.690 euro). Per il modello 2014 questa granturismo on-off riceve una lunga lista di aggiornamenti, per un prezzo fissato in 15.390 euro. Arriverà nelle concessionarie a gennaio 2014.

POCHI E SAPIENTI RITOCCHI
A livello estetico non cambia molto, resta la SuperTénéré riconoscibile tra tante. Abbiamo però un nuovo parabrezza, regolabile senza l’ausilio di chiavi in ben quattro posizioni, una nuova strumentazione full LCD che include l’indicatore di marcia e due nuove colorazioni: un elegante Competition White ed una più aggressiva Racing Blu. Di serie, le manopole riscaldabili (regolabili su tre livelli di temperatura) e gli indicatori di direzione a LED. Di serie c’è anche la base per il bauletto, il cavalletto centrale ed i paramani. Non manca il tocco finale, la copertura della sella in look scamosciato.

MOTORE A +2
Il propulsore resta sempre il 1.199 cc a due cilindri paralleli inclinati in avanti, raffreddato a liquido, 4 tempi, DOHC, 4 valvole, ma la potenza passa ora a 112 CV (2 CV in più) a 7.250 giri/min con una coppia massima di 117 Nm a 6.000 giri/min. I tecnici di Iwata non si sono però concentrati sulla sola potenza massima, ma anche sull’erogazione che ha detta di Yamaha è ora più "piena". Questo è stato raggiunto grazie ad una serie di modifiche mirate, quali una differente aspirazione, nuove valvole di scarico, un diverso profilo delle camme e chiaramente una completa ri-mappatura della centralina. In tema di centralina, abbiamo dunque due nuovi D-Mode, sempre una più turistica (T) ed una più sportiva (S).

CICLISTICA "EVO"
La ciclistica rimane la medesima a livello di telaio, un "backbone" in acciaio, ma abbiamo un nuovo sistema di regolazione elettronica delle sospensioni che consente al pilota di tarare le sospensioni anche mentre si è alla guida. Il nuovo sistema è gestito da un comando multi funzione sul manubrio e permette al pilota di scegliere tra quattro regolazioni precarico molla e tre regolazioni dell'idraulica, per avere un totale di 12 opzioni principali. Il sistema offre poi la possibilità di selezionare altri 7 livelli, per un totale di 84 regolazioni. In questo modo, sarà possibile adattare la nuova ST alla varietà di superfici e di condizioni di carico che si presenteranno lungo il viaggio. A livello di elettronica, non mancano il nuovo sistema di controllo della velocità (Cruise Control) introdotto sull’ammiraglia Yamaha FJR 1300 ed il controllo di trazione a tre modalità, rivisto nei settings. Confermatissimo l’ABS che va ad agire all’anteriore su un doppio disco idraulico con profilo a margherita da 310 mm e al posteriore un disco singolo idraulico con profilo a margherita da 282 mm. Il peso in ordine di marcia è di 262 Kg.

Yamaha a EICMA 2013

Yamaha arriva a Eicma 2013 con un carico di novità sia per la gamma scooter che per quella moto. Della prima fanno parte i nuovi X-MAX 125 e 250 e la versione del T-MAX denominato Bronze MAX. Con loro, il concept Tricity. Le moto vedono oltre alla MT-09,

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Novità , bicilindriche , enduro , saloni , turismo , viaggi , 1200 , live , eicma 2013


Top