Eventi

pubblicato il 7 novembre 2013

Caterham Bikes a EICMA 2013

Il marchio automobilistico sbarca nelle due ruote con tre prototipi: una moto-suv e due biciclette a pedalata assistita

Caterham Bikes a EICMA 2013
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Caterham Bikes a EICMA 2013 - anteprima 1
  • Caterham Bikes a EICMA 2013 - anteprima 2
  • Caterham Bikes a EICMA 2013 - anteprima 3
  • Caterham Bikes a EICMA 2013 - anteprima 4
  • Caterham Bikes a EICMA 2013 - anteprima 5
  • Caterham Bikes a EICMA 2013 - anteprima 6

Il settore dei piccoli costruttori del mondo auto motive è sempre in grande fermento. Tra le aziende delle quattro ruote interessate a sbarcare nel mondo della mobilità a due ruote c’è la Caterham azienda britannica famosa per le sue spartane spider ispirate alla mitica Lotus Seven. L’azienda inglese si presenta a EICMA 2013 con tre proposte, di cui due sono delle biciclette a pedalata assistita e una è una motocicletta vera e propria, la Brutus 750.

BRUTUS: IL SUV A DUE RUOTE
"Ancora tu…" cantava Battisti tanti anni fa… Sì perché ai lettori più attenti non sarà sfuggito che le forme della Brutus 750 ricordano qualcosa di già visto. La Brutus 750, infatti, è un progetto che circola da un po’, e già alla scorsa edizione di EICMA venne presentato dalla Pelpi, con il marchio OVER. Il progetto è opera dell’italiano Alessandro Tartarini, figlio di Leopoldo, fondatore della Italjet, e si tratta di una sorta di desert-bike che però viene definita un suv a due ruote dall’azienda costruttrice. La Brutus 750 è costruita con un telaio monotrave superiore in acciaio realizzato con tubi di enorme diametro e forcellone in acciaio a due bracci. Le sospensioni sono tradizionali ma ciò che stupisce della Brutus è l’enorme sezione dei pneumatici che raggiunge ben 260 millimetri su cerchi da nove pollici all’anteriore e da dieci al posteriore.
Il motore è un monocilindrico bialbero a camme in testa con distribuzione quattro valvole da 750 cc e 45 cavalli, raffreddato a liquido e dotato di iniezione elettronica Siemens. Il motore è di chiara estrazione scooteristica e infatti ha trasmissione automatica con variatore di velocità. La moto è omologata Euro 3 e l’azienda dichiara che presto arriverà in produzione.
Innegabilmente una proposta curiosa, che merita un approfondimento e una prova sul campo per verificarne le effettive doti di guidabilità. Una moto simpatica che ricorda senza dubbio quelle guidate da Bud Spencer nel mitico "Altrimenti di Arrabbiamo", senza dimenticare lo storico Fantic Motor Koala dei primi anni novanta.

CARBON E-BIKE E CLASSIC E-BIKE
La Caterham a EICMA ha portato altri due prototipi: stavolta due biciclette a pedalata assistita che si presentano con un look e una tecnologia decisamente più raffinati rispetto alla Brutus. La prima è la Classic E-Bike, una bella bicicletta con telaio in tubi che evoca le motociclette sottocanna dei primi del novecento sfoggiando addirittura il simulacro di un motore bicilindrico a V da motocicletta. Molto bella la sospensione anteriore a levette oscillanti che supporta cerchi a raggi fittissimi in perfetto stile vintage.
La seconda e più tecnologica proposta è la Carbon E-Bike, una mountain fully suspended con telaio costruito in fibra di carbonio e alluminio e forcellone posteriore in stile motociclistico in lega leggera. Splendido l’avantreno a parallelogramma costruito secondo lo schema di Hossack con ammortizzatore centrale e bracci laterali che ricordano il look della Confederate.
Torneremo presto a parlare di Caterham Bikes non appena le Brutus 750 saranno disponibili per una prova completa.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Eventi , special , 800 , live , eicma 2013


Top