Eventi

pubblicato il 4 novembre 2013

Ducati a EICMA 2013 - Conferenza stampa LIVE

Arriva il nuovo Monster 1200 base e S insieme a nuovi colori per 1199 S e Multistrada GT

Ducati a EICMA 2013 - Conferenza stampa LIVE

"Vorsprung Durch Technik" è lo storico pay-off di proprietà del marchio Audi che, tradotto in italiano diventa All’avanguardia della Tecnica. Questo potrebbe entrarci poco con le novità 2014 della Ducati, se non fosse che quest’anno la Casa bolognese ha cambiato location dove presentare le moto che tutti gli appassionati potranno vedere a EICMA dal 7 al 10 novembre prossimi. E cosa hanno scelto in Ducati per il lancio delle novità 2014? Il Museo della Scienza e della Tecnica di Milano… E’ solo un caso? A noi piace pensare di no e supporre che una location "tecnologica" sia più adatta a un marchio della famiglia Audi, rispetto a un qualunque teatro metropolitano.
Ma veniamo alla conferenza stampa presentata, da un volto più che noto ai Ducatisti, quello di Claudio Domenicali oggi alle redini dell’azienda in qualità di Amministratore Delegato.

Ed è a Domenicali che spetta l’analisi del mercato attuale, che per Ducati si conferma in crescita, con un fatturato 2013 ancora in salita. Per Ducati la crescita è dovuta soprattutto ai mercati esteri, Stati Uniti in primis, visto che l’Italia stenta ancora a riprendersi. Ma Domenicali preferisce parlare di prodotto e di come saranno le Ducati del futuro: "questi saranno i valori prioritari per il futuro: il prodotto tornerà ad essere al centro dei nostri pensieri, mi viene da pensare alla Apple che ha messo a suo tempo i prodotti al centro dei propri pensieri e ora i loro prodotti sono tutti di enorme successo. Ducati vuole fare moto che abbiano valore, che escano dal confronto con i concorrenti, per effetto di una nostra capacità di pensarle e realizzarle con una capacità superiore al resto del mercato. Noi le chiamiamo "Performance Redefined" e quindi ogni cliente che comprerà una Ducati nel futuro troverà una moto coinvolgente e prestazionale ma che ha delle performance ridefinite al 100%. Le nostre dovranno essere delle moto sportive ma sportive in modo intelligente e con una ergonomia studiata in modo accurato. Poi le Ducati del futuro saranno tutte più trattabili anche per andare piano, e questo sembra un controsenso per una Ducati, e poi ogni moto nuova sarà più leggera della rpecedente. Ducati quindi conferma il proprio interesse per le moto sportive, moto che sono sicuramente sotto attacco nei mercati del sud europa ma noi vogliamo ridefinire anche il concetto di moto sportiva di domani, ed è per questo che abbiamo fatto la Superleggera"

MONSTER 1200: IL RITORNO
La novità più attesa per il 2014 di Ducati è sicuramente il nuovo Monster 1200, modello che segna una svolta nella storia della mitica nuda bolognese. Sì perché da un lato il Monster ritorna alle origini, tornando a essere la naked di punta di Ducati, ma dall’altro diventa il Monster più evoluto, tecnologico e potente di sempre, grazie all’arrivo del motore bicilindrico Testastretta 11° declinato in due versioni, da 135 o 145 cavalli e di tutta l’elettronica più recente della casa bolognese. Ecco quindi arrivare tre riding mode, il controllo di trazione Ducati DTC a otto livelli e l’ABS regolabile. La moto è nuova al 100% e sfrutta il propulsore come elemento stressato della ciclistica. Come si vede dalle foto, infatti, il telaio è ridotto ad un traliccio anteriore che supporta il cannotto di sterzo e che si attacca alle testate, realizzato in tubi di grosso diametro. Ma la novità più interessante del nuovo Monster è che, sulla carta, è una moto più confortevole di prima, visto che ha un interasse più lungo di ben 60 mm e quindi è anche più abitabile per il passeggero, visto che la sella è più estesa e fanno la comparsa due belle maniglie in lega leggera. Manubrio più alto di 40 mm e più vicino al pilota di ulteriori 40 mm dovrebbero aver reso finalmente il Monster più comodo e sfruttabile. Cura per l’ergonomia grazie anche alla sella regolabile in altezza che può essere abbassata dagli 810 mm standard a 785 mm. Ritorno all’acciaio per il serbatoio da 17,5 litri.

Due le versioni, Base ed S, che differiscono tra loro molto più che in passato. Sì perché la differente potenza, che passa da 135 a 145 cavalli è solo la punta dell’iceberg. La versione "base" ha forcella Kayaba da 43 mm interamente regolabile e monoammortizzatore Sachs dotato di precarico ed estensione regolabili. Per la versione S, invece, troviamo una forcella Ohlins da 48 mm con steli trattati al TiN all’avantreno, e ammortizzatore sempre Ohlins al retrotreno. Il cinematismo è Cantilever e il monobraccio posteriore è in fusione di lega leggera. Differenze anche per i cerchi: la versione base ha una coppia di ruote dallo stesso disegno delle Panigale, mentre la S ha una coppia di cerchi a tre razze sdoppiate ulteriormente lavorati alle macchine utensili. Ducati ha previsto un diverso allestimento anche per i freni: la versione base ha dischi da 320 mm e pinze Brembo M4-32 mentre il modello S ha dischi da 330 mm con pinze M50. Per entrambe è di serie l’impianto ABS a tre livelli, disinseribile dal pilota. Approfondiremo presto l’argomento Monster con un articolo dedicato.

1199 SUPERLEGGERA
L’altra novità bomba che Ducati aveva in serbo per EICMA 2013 era la Superleggera, l’esoterica superbike da 66.000 euro destinata a fare la felicità dei clienti più raffinati ed esigenti del marchio bolognese. Le caratteristiche della 1199 Superleggera sono 155 chili a secco, raggiunti utilizzando leghe pregiate come il magnesio per il telaio e i cerchi ruota, il titanio per la molla dell’ammortizzatore e la fibra di carbonio per il telaietto posteriore e la carenatura. La potenza del Superquadro sale a oltre 200 CV grazie a una fine elaborazione della meccanica con nuove valvole di scarico in titanio (già presenti all’aspirazione), pistoni monofascia (più raccogliolio), bielle in titanio, albero motore equilibrato con tungsteno e rapporto di compressione salito fino a 13,2:1. Come sappiamo, i 500 esemplari numerati della Superleggera sono quasi tutti già venduti.

899 PANIGALE
Della Ducati 899 Panigale, l’ultima moto nuova al 100% che Ducati ha lanciato per il 2014, sappiamo già tutto, visto che abbiamo avuto la possibilità di provarla in pista a Imola in anticipo su EICMA. Non perdiamo tempo quindi a descrivere di nuovo le sue caratteristiche, limitandoci solamente a ricordare i suoi dati salienti: 148 cavalli per 169 kg a secco e un prezzo di 15.918 euro.

NUOVI COLORI PER 1199S E MULTISTRADA GT
Il resto della gamma Ducati 2014 ha subìto poche modifiche: in particolare la 1199 ha di serie su tutte le versioni l’ABS a tre regolazioni e la nuova sella ereditata dalla versione R. Per la 1199 Panigale S, poi, è in arrivo una nuova colorazione nero opaco definita Dark Stealth.
Nuovi colori in arrivo anche per la Multistrada Granturismo, la versione globetrotter più accessoriata della turistica italiana che oggi viene offerta nel più classico Rosso Ducati.

Ducati a Eicma 2013

Il 2014 di Ducati vede la 899 Panigale che abbiamo già provato, la 1199 Panigale R Superleggera, versione ultraraffinata della 1199, destinata a un pubblico molto esigente ed una nuova naked che sfrutta il propulsore Testastretta 11°, il nuovo Monster

Ducati a EICMA 2013: Intervista a Claudio Domenicali - OmniMoto.it

Ducati a EICMA 2013: Intervista a Claudio Domenicali - OmniMoto.it

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Eventi , naked , anticipazione , 1200 , live , eicma 2013


Top