Attualità e Mercato

pubblicato il 24 ottobre 2013

Multe: confermato il 30% di sconto in caso di sosta vietata

Arrivano i chiarimenti del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno…

Multe: confermato il 30% di sconto in caso di sosta vietata

Se si prende una multa si ha diritto allo sconto del 30%. Ormai questo, lo sanno anche i bambini! C’è un però: in caso di sosta vietata, i Comuni lasciano un foglio di preavviso che ai fini della legge non vale… nulla! Il nuovo Articolo 202 del Codice della Strada, infatti, non cita nulla in merito. La cosa non poteva durare molto, ed infatti, è arrivato (finalmente!) un chiarimento da parte del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno.

I COMUNI? BEI FURBETTI...
In caso vi doveste trovare la multa sulla moto o sullo scooter, ecco cosa fare. Piccolo preambolo: ricordiamo che il Governo parlava espressamente di sconto solo ed esclusivamente nel caso di contestazione immediata e di notifica a casa, quindi nessun preavviso. Quest’ultimo, come già detto, non essendo regolato dal C.d.S. nè citato nel decreto, veniva interpretato a proprio piacimento da diverse amministrazioni comunali, spesso optando per l’opzione del non applicare il tanto apprezzato sconto da coloro che trovavano il verbale sul proprio mezzo. In sostanza, una buona scusa per mettersi in cassa altri soldi…

CHIARIMENTI D’OBBLIGO
Fortunatamente però, il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno ha fatto chiarezza, emanando un’interpretazione estensiva. In sostanza, anche il preavviso deve essere considerato come una notifica valida a tutti gli effetti. Questo significa che va applicato lo sconto del 30% se si paga entro i 5 giorni stabiliti. Intanto però, chi ha preso la multa precedentemente dovrà pagare al 100%. Un "gioco" che ha fruttato diversi euro alle casse dei comuni...

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , varie , codice della strada , multe


Top