Test

pubblicato il 25 ottobre 2013

Ducati 899 Panigale – VIDEO TEST

Ducati la definisce una “Super Media” e ha ragione perché la 899 va davvero forte. Un po’ alto il prezzo: 15.918 euro

Annunciata due anni fa come la Ducati che avrebbe rivoluzionato il mondo delle supersportive bolognesi, la 1199 Panigale ha avuto da subito un gran successo di vendite in tutto il mondo, sfortunatamente non confermato sui campi di gara dove la Panigale ancora stenta ad imporsi. A due stagioni di distanza Ducati ha allargato il proprio listino delle superbike sia verso il basso, con l’introduzione della 899 Panigale, sia verso l’alto con la 1199 Superleggera.

899: LA CILINDRATA IDEALE
E se la 1199 Superleggera è destinata ad essere appannaggio di soli 500 fortunatissimi e, ci auguriamo, espertissimi del manubrio, la 899 Panigale è una supersportiva "umana", che ha una potenza sì elevata ma molto sfruttabile, una moto che non mette in crisi i piloti meno smaliziati e anzi, li prende per mano e li accompagna alla scoperta della guida sportiva in pista.
Il nostro giudizio, che avete già potuto leggere per esteso nel nostro test a Imola, è assolutamente positivo, visto che la 899 ha prestazioni sensibilmente superiori rispetto a quelle di una seicento quattro cilindri, ma non ha la coppia debordante di un mille. In pista si prende velocemente confidenza con la "piccola" Panigale che ha maneggevolezza da primato e la consueta stabilità in percorrenza delle Ducati sportive e si distingue anche per l’equipaggiamento elettronico completissimo e performante.
Una supersportiva divertente e ben costruita, offerta, a nostro avviso, a una quotazione leggermente più alta di quella che potrebbe consentirle di affacciarsi su un panorama di clientela un po’ più vasto.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Test , bicilindriche , test , autodromi , 800 , eicma 2013


Top