Sport

pubblicato il 20 ottobre 2013

WSBK 2013, Jerez: Laverty vince gara 1, ma Sykes è campione

Tom è terzo dietro a Melandri e riporta la Kawasaki al titolo dopo 20 anni

WSBK 2013, Jerez: Laverty vince gara 1, ma Sykes è campione

Tom Sykes ha chiuso i giochi con una gara d'anticipo nel Mondiale Superbike 2013, conquistando quell'obiettivo che un anno fa gli era sfuggito per appena mezzo punto. Gli bastava un quarto posto nel weekend di Jerez, ma il pilota britannico ha fatto di meglio in gara 1, andando a prendersi anche il gradino più basso del podio nella giornata che lo vede entrare di diritto nella storia delle derivate di serie: era dal 1993, con Scott Russell, che un pilota della Kawasaki infatti non riusciva nell'impresa di laurearsi campione del mondo.

"The Grinner" ha fatto una gara molto accorta, disputata per buona parte in solitaria, mentre davanti a lui ci hanno pensato Eugene Laverty e Marco Melandri a regalare spettacolo. Il pilota dell'Aprilia e quello della BMW sono andati in fuga, iniziando a darsi battaglia solo a due giri dal termine. Prima è stato l'italiano a sferrare l'attacco alla Dry Sac con un'entrata abbastanza al limite.

Il ravennate, limitato in questo weekend da una caviglia gonfia e dolorante, sembrava lanciatissimo verso la vittoria, visto che aveva costretto il nordirlandese a rialzare la sua RSV4 e a perdere terreno. Laverty però non si è perso d'animo ed ha sfoderato un ultimo giro clamoroso, al quale ha messo anche la ciliegina di un sorpasso all'esterno all'ultima curva che gli ha regalato la sua ottava vittoria stagionale ed anche il titolo costruttori all'Aprilia, ma che non è bastato per proseguire il suo sogno iridato anche oggi pomeriggio.

Detto poi del terzo posto di Sykes, che è transitato piuttosto staccato sotto alla bandiera a scacchi, precedendo le due Aprilia di Sylvain Guintoli e dell'idolo locale Toni Elias. Dopo l'ottima prima fila conquistata ieri, ha un po' deluso le aspettative l'altra RSV4 di Davide Giugliano: tutti si aspettavano di vederlo battagliare per il podio, invece l'italiano ha chiuso solo sesto a quasi mezzo minuto, davanti alla BMW di Chaz Davies e alla Suzuki di Leon Camier.

Va considerata positivo per il pilota, ma non per la moto, il nono posto di Xavier Fores: al debutto stagionale in SBK, lo spagnolo è risultato il migliore tra quelli in sella ad una Ducati, con le altre due 1199 Panigale di Ayrton Badovini e Max Neukirchner solo 13esima e 14esima, e la 1098R del Mesaroli Racing affidata a Lorenzo Lanzi in 15esima piazza. Buono infine il posto nella top ten artigliato da Mark Aitchison con la Kawasaki del Team Pedercini.

World Superbike - Jerez de la Frontera - Gara 1

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top