Attualità e Mercato

pubblicato il 26 settembre 2013

L’Autodromo di Franciacorta diventa “Franciacorta International Circuit”

Il “Daniel Bonara” cambia logo e rilancia le sue attività e i corsi di guida sicura

Non è certamente un periodo positivo per gli autodromi italiani. La crisi del settore delle supersportive ha portato un calo molto drastico del numero di appassionati che utilizzano la moto in pista, e anche le giornate di prove libere, tradizionalmente fonte di guadagno sicura per le piste sono calate in numero e in affollamento. Se inquadriamo il problema in Lombardia, poi, al calo delle presenze si è aggiunta la nascita di un nuovo impianto nei pressi di San Martino dal Lago, che si è posto in diretta concorrenza con le piste esistenti, tra cui Franciacorta.
Il "Daniel Bonara", che negli ultimi dieci anni si era ritagliato uno spazio notevole tra gli appassionati, ha deciso di rilanciare forte sulle proprie infrastrutture, sempre aggiornate e ampliate anno dopo anno e di varare un nuovo logo che dia alla pista una nuova immagine aziendale.
La denominazione è ora Franciacorta International Circuit "Daniel Bonara" e, in questa nuova veste, ha il chiaro ed ambizioso obiettivo di valorizzare ogni aspetto del proprio circuito. Sono stati promossi, oltre ai primari impegni di core business legati alla pista, tutti i servizi che fanno del Franciacorta International Circuit una struttura moderna. Oltre alle possibilità di girare in pista con moto e auto, Franciacorta si propone anche come spazio ideale per le necessità di meeting aziendali o promozioni prodotto.

LA CERIMONIA
Lo scorso Venerdì 20 settembre, in presenza dell’amministratore unico Dott. Giuseppe Moschini,
del direttore marketing di M&M Forgings Ribe Ducoli e del direttore generale del Franciacorta International Circuit Ing. Umberto Andreoletti, la stampa e gli addetti ai lavori hanno assistito alla conferenza stampa per la presentazione del nuovo logo, definito l’alba di un rivoluzionario percorso strategico. Il logo è stato spiegato come l’ideale rappresentazione grafica dei valori dell’intero circuito: velocità, energia insieme ad Italianità e coesione.
Assieme al marchio è stato presentato il nuovo sito interamente dedicato alla guida sicura. Non è un caso che un progetto nato per sensibilizzare alla sicurezza stradale nasca in un luogo dove la protagonista è la velocità. Il commento del direttore generale Umberto Andreoletti è stato: "Tutto quanto presentato oggi ci dispiace non sia stato fatto alla presenza del nostro amico Andrea Mamé, - precocemente scomparso durante una gara al Paul Ricard pochi mesi fa - la sua passione ed il suo ricordo continueranno ad essere motivo d’ispirazione e continuità.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , corsi-di-guida , autodromi , sicurezza


Top