Attualità e Mercato

pubblicato il 24 settembre 2013

“Occhio”, l’invasione Vergilius continua...

Senza sosta, il Grande Fratello s’espande. Pare sia una delle soluzioni per ridurre gli incidenti stradali

“Occhio”, l’invasione Vergilius continua...

Non conosce tregua il Grande Fratello. "Il nostro obiettivo per l’esodo estivo 2014 è installare il sistema Vergilius di rilevazione elettronica della velocità media e istantanea sulla nuova autostrada Salerno-Reggio Calabria". Lo ha annunciato il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci. Di che si tratta? Il Vergilius controlla la velocità media: lo fa su diverse Statali. È il "cugino" del Tutor, che opera su 2.500 chilometri di autostrade. Il sistema di Tutor per le Strade statali, ha spiegato Ciucci, è stato sperimentato questa estate con risultati soddisfacenti su alcune arterie: "La Stradale ci ha comunicato che nel tratto della strada statale Aurelia dove è presente Vergilius, nel Lazio, si è registrata una riduzione del 27% degli incidenti mortali". L’Anas è al lavoro per estenderlo anche sulla A3: "La nuova Salerno-Reggio Calabria, tanto criticata in passato, è diventata un’autostrada talmente bella che i rischi di eccesso di velocità sono reali. Ecco perché occorre intervenire anche con strumenti di controllo e sanzionatori".
Nel suo intervento, il presidente dell’Anas ha anche illustrato le altre iniziative della società delle strade in materia di sicurezza stradale: "La nostra azienda è impegnata sia sul versante della sicurezza attiva che della sicurezza passiva. Per quanto riguarda il primo aspetto, svolgiamo un lavoro continuo per assicurare agli utenti una rete stradale e autostradale moderna con standard di sicurezza elevati. Ciò significa realizzare nuove strade - ha continuato Ciucci -. Dal 2007 ad oggi l’Anas ha aperto al traffico 1.325 nuovi Km di strade e autostrade. Ma significa anche provvedere alla manutenzione di quelle esistenti. Una strada sicura è una strada ben tenuta. Su questo dobbiamo recuperare un gap, che si è formato per motivi essenzialmente di natura finanziaria. Con il decreto ‘del fare’, il governo e il ministro Lupi hanno finanziato un piano di manutenzione straordinaria della rete del valore di 300 milioni di euro. Un importo importante, anche se non risolutivo, che ci consente di cantierare 100 progetti relativi a ponti, viadotti e gallerie. Da agosto ad oggi abbiamo già pubblicato 60 bandi e completeremo le gare entro settembre. I cantieri saranno aperti tra fine ottobre e inizio novembre e quindi con la massima rapidità".

I PRIMI IN EUROPA
Va detto che le telecamere ormai sono ovunque: l’Italia ha il record di città con Zone a traffico limitato, addirittura 103, primato inbattibile in Europa. Dopodiché, il Tutor è in piena espansione dal 2005, e adesso il Vergilius non ha intenzione di fermarsi. È anche da evidenziare che le statistiche su incidenti e mortalità sono parziali: si hanno solo numeri che riguardano brevi tratte e pochi mesi. Perché? E perché, in spregio a un minimo di trasparenza, non si conoscono gli incassi di Tutor e Vergilius, né a chi vadano a finire gli introiti, né per quale utilizzo farne?

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , autovelox , multe


Top