Sport

pubblicato il 14 settembre 2013

WSBK 2013, Istanbul: Tom Sykes firma la Superpole

Beffato per appena 22 millesimi Guintoli con Giugliano a completare la prima fila

WSBK 2013, Istanbul: Tom Sykes firma la Superpole

Ha dominato l'intero weekend di Istanbul fino ad ora, ma questo non è bastato a Sylvain Guintoli per portare a casa la Superpole. Una volta imparata la pista, Tom Sykes si è dimostrato ancora una volta il solito "animale da qualifica" ed ha spinto la sua Kawasaki a conquistare la settima partenza al palo stagionale.

"The Grinner" ha sfoderato un crono di 1'54"872, ma questa volta non ha rifilato distacchi pesanti agli altri come ci aveva abituato su altri tracciati. All'ultimo giro, infatti, il rivale Guintoli, che lo segue di un solo punto in classifica, ha piazzato la sua zampata portando la sua Aprilia a soli 22 millesimi dalla ZX-10R di Tom. Tra i due, dunque, si potrebbe prospettare un grande duello nelle due gare di domani.

Davide Giugliano proverà sicuramente ad fare da terzo incomodo, avendo portato la sua RSV4 del Team Althea a completare la prima fila, pur rimanendo al di sopra della soglia dell'1'55". Al pilota italiano resta comunque la soddisfazione di essersi messo dietro la moto ufficiale di Eugene Laverty, più lento di lui di un paio di decimi.

Ottimo anche l'esordio di Toni Elias, subito quinto con l'Aprilia del Team Red Devils. Lo spagnolo proveniente dalla Moto2 è stato bravo anche ad utilizzare un pizzico di furbizia perchè in Superpole 3 è andato a realizzare il suo crono prendendo la scia di Sykes. Dietro di lui poi chiude la seconda fila un positivo Jules Cluzel con l'unica Suzuki superstite.

Non è stata affatto una Superpole semplice per le BMW: Marco Melandri è anche scivolato nel primo segmento ed ha chiuso solamente settimo ad 1"5, precedendo di pochi millesimi il compagno di squadra Chaz Davies. Il quadro dei piloti che hanno avuto accesso all'ultima sessione si completa poi con la Honda di Leon Haslam.

Il suo nuovo compagno di squadra Michel Fabrizio, chiamato a sostituire l'infortunato Jonathan Rea, si è dovuto arrendere in Superpole 2, chiudendo 12esimo alle spalle anche delle due Kawasaki del Team Pedercini affidate a Mark Aitchison e Federico Sandi. Nella Superpole 1 hanno salutato la concorrenza le due wild card Uprak ed Ercelik, ma anche Vittorio Iannuzzo con la BMW di Grillini.

Bisogna ricordare poi tutti gli infortunati: Ayrton Badovini oggi non è stato della partita, ma domani dovrebbe schierarsi in griglia con la sua Ducati. Per Carlos Checa, Max Neukirchner, Leon Camier e Loris Baz invece il weekend è già finito. I primi si sono fatti male ieri, mentre il francese della Kawasaki è ancora alle prese con l'infortunio che lo aveva fermato al Nurburgring.

World Superbike - Istanbul - Superpole

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top