Itinerari

pubblicato il 9 settembre 2013

Gianclaudio Aiossa: obbiettivo Tabernas

Oltre 4.200 Km in meno di quattro giorni a bordo di una Yamaha SuperTénéré 1200

Gianclaudio Aiossa: obbiettivo Tabernas

Il nome di Gianclaudio Aiossa non è nuovo. Protagonista della Reggio Calabria-Capo Nord in sole 56 ore (dove ha incontrato Francesco Ristori, altro viaggiatore a bordo di una Yamaha XTZ750 - presto parleremo anche di lui N.d.R.), viaggio effettuato nel 2012, quest’anno ha voluto replicare l’impresa di un trip lunghissimo nel minor tempo possibile, recandosi in Spagna, a Tabernas, insieme alla sua fida Yamaha SuperTénéré XTZ1200.

Per chi non conoscesse Tabernas, vi dice nulla il film "C’era una volta il west", di Sergio Leone? Si tratta di un deserto localizzato nella Provincia di Almería in Andalusia (Spagna), sito a circa 30 Km a nord della città di Almería. Il 24 luglio Gianclaudio è partito dall’Arena Ciccio Franco di Reggio Calabria in direzione porto di Civitavecchia, per poi raggiungere Barcellona la mattina seguente (20 le ore di attraversamento in nave). La mattina successiva ha iniziato la propria corsa verso e nel deserto del Tabernas, pernottando ad Albacete ed il 27 luglio Aiossa ha raggiunto il deserto dove ha percorso 80 Km di sabbia. Naturalmente ha incontrato diverse difficoltà (si è insabbiato diverse volte), ma il viaggio è andato benissimo. 4.200 i chilometri percorsi tra andare e tornare, senza considerare il trasferimento autostradale da Reggio Calabria a Civitavecchia, ovviamente tutti coperti in solitaria.

Abbiamo raggiunto Gianclaudio al telefono che ha così dichiarato: "E’ stato un viaggio bellissimo, stancante, ma bellissimo. Devo ringraziare i miei due sponsor principali, Moto One, Sixs ed Easygomme.it, con quest’ultimo che mi ha fornito delle Metzeler Karoo II. Sto già pensando al 2014: andrò verso l’Est, in Asia, per stabilire un nuovo guinness".

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Itinerari , bicilindriche , enduro , turismo , personaggi , fuoristrada , viaggi , record , 1200


Top