Sport

pubblicato il 31 agosto 2013

WSBK 2013: Superpole bagnata, Ducati di Badovini fortunata!

Ayrton e' bravissimo sull'asfalto viscido del Nurburgring e batte Melandri e Sykes

WSBK 2013: Superpole bagnata, Ducati di Badovini fortunata!

Uno straordinario Ayrton Badovini ha conquistato al Nurburgring la sua prima Superpole in carriera, domando sui saliscendi della Foresta Nera il difficile asfalto bagnato con la sua Ducati 1199 Panigale R.

Una giornata dai due volti per il Team Alstare, che vede un lato del box scurissimo per l'opaca a dir poco prestazione dell'ex campione del mondo SBK Carlos Checa, addirittura 18esimo in griglia, e l'altro lato raggiante per questo risultato.

A giocarsi la Superpole sono stati in tre: avversari di Badovini sono stati Marco Melandri, che a lungo nella sessione e' parso il più probabile poleman con la sua BMW S1000 RR, e "Mr.Superpole" Tom Sykes.

Il ravennate e' stato sorpassato di appena un decimo all'ultimo passaggio, mentre "The Grinner" e' caduto alla Mercedes Arena e quindi non ha potuto migliorare nel finale, ma si e' potuto comunque accontentare di un buon terzo posto perché associato anche all'appena ottavo del leader del campionato Sylvain Guintoli, che ha faticato molto a trovare il passo da bagnato, normalmente la sua specialità.

Quarta posizione per l'altra Kawasaki ZX-10R di Loris Baz, staccata di due decimi dal compagno di squadra, poi il vuoto: Jonathan Rea e' otto decimi piu indietro, che precede la Honda CBR1000RR del suo compagno di squadra Leon Haslam di altri otto.

Addirittura Chaz Davies, che aveva fatto segnare la pole in entrambe le sessioni di qualifica, e' settimo a 3"5 da Badovini! dopo essere caduto anche lui. E a terra c'e finito anche Jules Cluzel, in maniera anche pesante, nono con la Suzuki GSX-R1000.

La tagliola tra SP1 e SP2 ha poi fatto vittime illustri come le tre Aprilia di Eugene Laverty, la cui strada per provare a rimanere in lotta per il campionato si complica ulteriormente, Davide Giugliano e Michel Fabrizio, che domani dovranno lottare per risalire lo schieramento, ma potranno contare su un asfalto asciutto, stando a quanto dicono le previsioni meteo.

Autore: Fulvio Cavicchi

Tag: Sport


Top