Attualità e Mercato

pubblicato il 21 agosto 2013

Multe: parte lo sconto del 30% se paghi subito

La norma è in vigore da oggi: come comportarsi per pagare meno

Multe: parte lo sconto del 30% se paghi subito

Il tanto atteso sconto sulle multe, annunciato lo scorso anno dal Governo Monti, e rilanciato da quello Letta all’interno del Decreto del Fare, è finalmente divenuto una norma operativa. Pubblicata oggi in gazzetta ufficiale, la nuova norma diventerà effettiva al 100% dalla giornata di domani, 22 agosto. Ma come bisogna comportarsi per pagare meno? Andiamo per ordine.

PAGARE MENO, PAGARE TUTTI
La ratio che ha portato il governo a varare la norma sullo sconto del 30% sulle sanzioni nel caso in cui il contribuente paghi entro 5 giorni, è scaturita dalla consapevolezza che ancora oggi la percentuale di contravventori che non paga le multe è elevatissima. Si parla del 30% di multati che scelgono di non pagare facendo ricorso al Giudice di Pace o rimandando il pagamento alla presentazione della cartella esattoriale. La logica, quindi, è di spingere il multato a pagare subito facendogli uno sconto, con la speranza che decida di non fare ricorso (anche se magari ha ragione…). Se la norma funzionerà, le casse dei Comuni potranno contare su un flusso di denaro più immediato e non dovranno ricorrere agli enti di recupero crediti per far valere le proprie ragioni, con un beneficio economico per tutti.

COME, QUANDO E QUANTO PAGARE
La nuova normativa è stata ratificata in fretta e con ogni probabilità sarà seguita dalle canoniche circolari esplicative necessarie a correggere le sviste operative sempre presenti. Cerchiamo nel frattempo di dare le risposte alle domande più frequenti che stanno giungendo in redazione.
Da quando vale la regola? La norma è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 20 Agosto, quindi va in vigore dalla giornata del 21 agosto 2013. Come si ottiene lo sconto? La norma parla di 5 giorni dalla notifica, che partono nel momento in cui la multa ricevuta a casa e non da quando viene contestata da un agente per strada. In quel caso, e nel caso di divieto di sosta con preavviso lasciato sul veicolo bisogna rivolgersi agli agenti per avere la notifica immediata o andare presso il comando dei vigili, in modo da pagare subito ed evitare anche le spese di notifica. Si potrà pagare anche contestualmente agli agenti notificatori se sono in possesso di apparecchiatura elettronica di tipo Pos ma attenzione, perché in quel caso verranno richiesti ulteriori 7 euro per usufruire del servizio (forse una commissione un po’ alta…).
Quanto pagare? La norma prevede che lo sconto del 30% vada applicato al solo importo della sanzione e quindi le spese di notifica (anch’esse spesso salatissime…) vanno saldate per intero. Non è consentito fare arrotondamenti, quindi calcolate lo sconto al centesimo. Attenzione perché se sbagliate l’importo perderete non solo il bonus del 30%, ma anche il diritto al pagamento in misura ridotta normalmente applicato alle multe saldate entro 60 giorni. La norma è valida per tutte le multe? No, non vale per quelle che prevedono la sospensione della patente o la confisca del veicolo.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , 1000 , 600 , autovelox , multe , citta , 800 , 1200 , 1400 , 500


Top