Attualità e Mercato

pubblicato il 7 agosto 2013

Passi alpini: attenzione alle multe

In Ticino, 6 patenti ritirate e 250 contravvenzioni rilevate, di cui 204 per eccesso di velocità

Passi alpini: attenzione alle multe

La maggior parte degli italiani è in ferie, e si sa, i motociclisti vanno "a caccia di curve", di bei paesaggi e di fresco, per non soffrire con la tuta indosso. Una delle mete più ambite e preferite, sono naturalmente le Alpi; varcare il confine è un attimo, e molti dei passi portano in Svizzera o in Austria, ma proprio nella prima, lo sanno anche i sassi delle montagne, le leggi sono severe e la Polizia non perdona!

Gli italiani poi, sono indisciplinati. La statistica per quanto concerne la Svizzera, parla di multe ogni 4 minuti! Proprio ad inizio estate vi abbiamo portato il caso di due motociclisti che hanno "perso" la moto a Rona, per violazione del Codice della Strada (ricordiamo che vige la "Pirateria Stradale" N.d.R.), ed ora, a soli quattro giorni dall’inizio "ufficiale" delle ferie (periodo dall’1 al 4 agosto), si stilano le "classifiche". Sei licenze revocate sul posto, 47 proposte di revoca, 250 contravvenzioni elevate di cui 204 per eccesso di velocità! E’ questo l’esito di una campagna di controlli della circolazione effettuata in territorio ticinese da parte di agenti della Polcantonale, e mirata soltanto... sui motociclisti.

Nel comunicarlo delle Forze dell’Ordine svizzere, queste ricordano che i passi alpini sono spesso teatro di gravi incidenti che coinvolgono soprattutto motociclisti e che, forse, possono essere evitati con alcune semplici misure di prevenzione. Inutile che vi elenchiamo i consigli, se non di fare attenzione e rispettare il C.d.S., mentre per chi volesse approfondire le leggi all’estero, vi ricordiamo questo articolo realizzato appositamente per chi si reca fuori dal Bel Paese.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , turismo , codice della strada , viaggi , autovelox , multe


Top