Itinerari

pubblicato il 8 agosto 2013

Yamaha: Raduno Internazionale Yamaha Ténéré “30 Years, 1 Spirit”

Dal 22 al 25 agosto in Svizzera si festeggiano i 30 anni del mito

Yamaha: Raduno Internazionale Yamaha Ténéré “30 Years, 1 Spirit”
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha XT1200Z SuperTénéré 2013 - anteprima 1
  • Yamaha XT1200Z SuperTénéré 2013 - anteprima 2
  • Yamaha XT1200Z SuperTénéré 2013 - anteprima 3
  • Yamaha XT1200Z SuperTénéré 2013 - anteprima 4
  • Yamaha XT1200Z SuperTénéré 2013 - anteprima 5
  • Yamaha XT1200Z SuperTénéré 2013 - anteprima 6

La Yamaha Ténéré è una di quelle moto che ti restano dentro. La prima, la XTZ600 venne alla luce nel lontano 1983, una monociclindrica che sapeva tanto d’Africa; nel 1989 nacque la sorella maggiore, la Super Ténéré XTZ 750 (leggi la sua storia), bicilindrica con la quale il francese Stephane Peterhansel vinse sei Paris-Dakar dal ‘91 al ‘98, una supremazia della Casa dei Tre Diapason confermata anche dall’italiano Edi Erioli nel 1996 (Granada-Dakar), lo stesso pilota che prima interruppe il dominio del francese con la Cagiva nel ‘94. Moto che hanno fatto la storia del motociclismo e che ancora oggi fanno battere il cuore quando passano. Per festeggiare i 30 anni del mito, è stato organizzato un importante motoraduno sulle suggestive alpi svizzere presso il Canton Grigioni, dove centinaia di appassionati si richeranno dal 22 al 25 agosto.

Tutti coloro che sono in possesso di una Ténéré dunque, inclusa l’ultima nata nel 2010, la XTZ1200 SuperTénéré, sono invitati al maxiraduno per festeggiare la storia di una moto che ha accompagnato e accompagna i rider su asfalto e non. Sarà dunque possibile rivivere tre decenni di storia grazie alla passione del Club Swiss Ténéré Owners che, con il supporto ufficiale di Yamaha e in collaborazione con altre realtà equivalenti europee come il Club Ténéré Italia, ha organizzato un lungo fine settimana sulle rive del fiume Reno dove sorgerà, tra le località di Coira e Bonaduz, un villaggio di più di 10.000 mq pronto per ospitare in tenda centinaia di partecipanti in arrivo da tanti paesi, ma uniti da un unico spirito, quello del Ténéré!

Stesso chi scrive ne possiede una, una XTZ 750 del 1989 completamente originale che ancora sa dire la sua in mezzo a tante moto moderne, e può solo che confermare la passione che scorre nelle vene di questi ragazzi (più giovani e... con qualche capello in meno o grigio). La location è di quelle giuste, visto che è situata proprio in confluenza delle più importanti strade di valico con il sud delle Alpi, come il San Bernardino e il Passo del Giulia e le famose località St. Moritz e Davos. Segnaliamo che ci sarà anche una rassegna di molti dei modelli più rappresentativi e amati di Ténéré da competizione come la XTZ750 SuperTénéré di Peterhansel (1992) e la XT600 Belgarda di Andrea Balestrieri (1984). Non mancheranno poi alcuni piloti protagonisti della Parigi-Dakar di ieri e di oggi, la possibilità di sfruttare numerose attività come tour guidati (anche notturni), godersi diversi racconti di viaggio illustrati attraverso video e fotografie, lezioni di musica "alpina" e, a poca distanza dal villaggio, una cava di ghiaia adattata per sessioni di off-road.

Ma c’è dell’altro: insieme al Concessionario tre diapason di Parma Moto Shop, che da 30 anni lega la sua passione ai colori Yamaha e tra le realtà più specializzate nelle creazioni di nuovi kit e accessori per esaltare il carattere avventuriero dei Ténéré, il Club Ufficiale italiano sarà il punto di riferimento per tutti i partecipanti provenienti dal Bel Paese con un’area dedicata che metterà in mostra alcuni modelli in allestimento speciale di nuovi XTZ1200 Super Ténéré ed in particolare la celebre YZF750 SuperTénéré bianco-rossa con la quale lo spagnolo Carlos Mas corse il raid africano nel 1992. L’immancabile ospite d’eccezione sarà Franco Picco, pilota che non ha certo bisogno di presentazioni. Franco vanta ben venti partecipazioni e due secondi posti assoluti alla Dakar, ottenuti sempre su Yamaha SuperTénéré 750. E l’highlander italiano, che oggi ha quasi 55 anni, non ha intenzione di mollare l’osso!

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha XTZ 750 Super Ténéré - anteprima 1
  • Yamaha XTZ 750 Super Ténéré - anteprima 2
  • Yamaha XTZ 750 Super Ténéré - anteprima 3
  • Yamaha XTZ 750 Super Ténéré - anteprima 4
  • Yamaha XTZ 750 Super Ténéré - anteprima 5
  • Yamaha XTZ 750 Super Ténéré - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha XT1200Z Super Ténéré - TEST - anteprima 1
  • Yamaha XT1200Z Super Ténéré - TEST - anteprima 2
  • Yamaha XT1200Z Super Ténéré - TEST - anteprima 3
  • Yamaha XT1200Z Super Ténéré - TEST - anteprima 4
  • Yamaha XT1200Z Super Ténéré - TEST - anteprima 5
  • Yamaha XT1200Z Super Ténéré - TEST - anteprima 6

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Itinerari , monocilindriche , bicilindriche , varie , turismo , vintage , viaggi , 800 , 1200


Top