Sport

pubblicato il 1 agosto 2013

Moto2: il ritiro di Ratthapark Wilairot

Il tailandese a sorpresa dice basta con le gare. Farà da coach a Thitipong Warakorn, talento emergente del suo paese

Moto2: il ritiro di Ratthapark Wilairot

La notizia è appena arrivata dalla Thailandia, dalle pagine del Bangkok Post. Ratthapark Wilairot, pilota del Team Gresini in Moto2 ha annunciato in una conferenza stampa tenutasi a Bangkok il suo ritiro dalle competizioni motociclistiche con effetto immediato. Le motivazioni addette in merito al suo ritiro sono state delle generiche "difficoltà incontrate nelle ultime stagioni". Durante la conferenza stampa Wilairot ha dichiarato che smetterà di correre ma non di vivere nell’ambiente delle competizioni e infatti assume fin da ora l’incarico di allenatore per Thitipong Warakorn, nome sconosciuto ai più, ma che in Thailandia sembrerebbe essere un nuovo talento emergente del motociclismo. Sarà proprio Warakorn a prendere i manubri della sua Suter/Honda del Team Gresini già nel prossimo Gran Premio di Indianapolis.

Ma quali sono le reali motivazioni che portano un ragazzo di soli 25 anni, che nelle gare mondiali non ha ancora fatto vedere granchè, a ritirarsi dalle competizioni quando potrebbe avere ancora moltissimo da dire? Una spiegazione potrebbe risiedere nel bruttissimo incidente stradale occorsogli a fine 2010, nel quale un suo amico che era in moto con lui perse la vita. Wilairot rimase in terapia intensiva per alcuni giorni, ma riuscì a riprendersi in tempo per la stagione di gare, anche se non ha mai ottenuto risultati di rilievo. Il 2013 di Wilairot, in forze al Team Gresini, è stato davvero deludente con zero punti all’attivo, altro motivo che potrebbe aver spinto il giovane tailandese ad appendere il casco al chiodo.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport


Top