Test

pubblicato il 24 luglio 2013

Peugeot Metropolis 400i – VIDEO TEST

Equipaggiamento da primo della classe per il più automobilistico degli scooter in commercio. Si guida con la patente B e da noi arriva a settembre a 7.720 euro

L’arrivo del Peugeot Metropolis 400i era atteso da tempo. La Casa del Leone lo aveva già mostrato mesi addietro ad Eicma 2012, ma ancor prima ne aveva svelato un’anticipazione al Salone di Parigi 2012. Sì uno scooter ad un salone automobilistico, e se ciò è accaduto è proprio perché il nuovo Metropolis 400i è spiccatamente destinato ad un cliente delle quattro ruote.
E chi meglio di un brand automobilistico come il gruppo PSA poteva interpretare il bisogni e i desideri di un cliente abituato a volante e sportelli piuttosto che a manubrio e casco? Questo infatti è sicuramente uno dei motivi del successo commerciale che il nuovo tre ruote Peugeot sta riscuotendo sul suolo natìo, ovvero il mercato francese dove nel primo mese di commercializzazione il 400i ha già segnato uno share vicino al 50%.

EQUIPAGGIAMENTO AL TOP
Abbiamo già il provato in anteprima il tre ruote francese, che si fa apprezzare soprattutto per l’equipaggiamento davvero completo. Comodissimo il sistema keyless che permette di lasciare il telecomando in tasca e usare lo scooter senza problemi. Vi basti pensare a quando dovete usare lo scooter d’inverno e regolarmente vi accorgete di aver lasciato le chiavi in tasca quando avete già indossato i guanti... Praticissimo anche il parabrezza regolabile attraverso due pulsanti senza dover ricorrere ad attrezzi e non dimentichiamo i vani portabagagli apribili elettricamente. La potenza del nuovo motore da 400 cc progettato da Peugeot è sufficiente a tenere medie autostradali di tutto rispetto, ma è anche ben calibrata per non spaventare l’utente automobilista, normalmente non avvezzo alle accelerazioni di una motocicletta.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Test , scooter , test , patente , maxi scooter , citta


Top