Novità

pubblicato il 23 luglio 2013

Nuovo Yamaha D’elight 125 2014

Design classicheggiante per il low cost di Yamaha. Arriva a settembre a 1.890 euro

Nuovo Yamaha D’elight 125 2014

La corsa al contenimento dei prezzi sembra essere diventato il punto da cui le case giapponesi intendono far ripartire il mercato dello scooter nel vecchio continente. Yamaha, già da tempo sensibile al problema propone oggi una anticipazione del model year 2014 lanciando il D’elight 125 scooter a ruota bassa dalle forme classicheggianti. Il nuovo ruote basse di Iwata si colloca nel segmento dei 125 cc, che in Europa vale comunque ancora il 60% del mercato e che in Italia ha sofferto tantissimo negli ultimi anni proprio per via dei costi di un 125, spesso troppo vicini a quelli di un più prestante 150 cc. Ed è proprio su quei clienti giovani che cercano un veicolo ultra economico che Yamaha punta a fare numeri, riportando in sella proprio chi fa di costo d’acquisto e di gestione un problema rilevante.
Il nuovo Yamaha D’elight 125 è proposto in tre colori: Milky White, Midnight Black e Magnetic Bronze ad un prezzo particolarmente concorrenziale di 1.890 euro f.c., e sarà disponibile in Italia dal mese di settembre 2013.

QUATTRO TEMPI PER CONSUMARE POCO
Il nuovo D’elight 125 della Yamaha è in realtà un 114 cc e il suo motore è un semplice e robusto monocilindrico quattro tempi raffreddato ad aria con ammissione due valvole per cilindro. Per migliorare i consumi Yamaha ha approntato una tecnologia definita YMJET-FI (Yamha Mixture Jet-Fuel Injection), un sistema che utilizza una presa d’aria supplementare, posizionata sotto quella principale, per aumentare il flusso in aspirazione, con l’’intento di migliorare il titolo della miscela aria-carburante e l’efficienza della combustione. Le misure di alesaggio e corsa sono di 50,0 mm x 57,9 mm, un propulsore decisamente sottoquadro, scelto per migliorare l’erogazione ai bassi regimi.

DIMENSIONI COMPATTE
Tra le caratteristiche del nuovo D’elight su cui la Yamaha ha posto maggiormente l’attenzione troviamo leggerezza e compattezza. In effetti le dimensioni esteriori del veicolo tratte dalla scheda tecnica sono più vicine a quelle di un cinquantino che non a un 125. Il peso, infatti, è contenuto in soli 98 kg e la sella è posta a 755 mm da terra, fattori che dovrebbero renderlo un mezzo ideale per i contesti urbani. Il design è classicheggiante con richiami retrò: il faro montato sul manubrio e la strumentazione analogica con fondo bianco in stile retrò richiamano stilemi degli anni ’60, che si fondono a linee più moderne di scuro e coda. Tra le caratteristiche pratiche che rendono comodo l’uso quotidiano dello scooter troviamo la pedana piatta, il vano portaoggetti nel retro scudo, il gancio porta casco e le pedane passeggero a scomparsa, oltre a un vano sottosella per ospitare un casco demi-jet. Le ruote sono da 12" con cerchi in lega a 3 razze e misure dei pneumatici di 90/90 x 12". L’impianto frenante è semplice e collaudato: un disco anteriore da 180 mm e un tamburo al posteriore.



Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Novità


Top