Sport

pubblicato il 21 luglio 2013

MotoGp 2013: Márquez e' il primo rookie a vincere a Laguna Seca

"El Cabronsito" e' fenomenale ed ha un passo inarrestabile, grande secondo posto per Bradl, poi Rossi

MotoGp 2013: Márquez e' il primo rookie a vincere a Laguna Seca

Fenomenale Marc Márquez a Laguna Seca, non ci sono altri aggettivi per definire la velocita' e naturalezza con cui il rookie della MotoGp e' diventato il primo a vincere all'esordio sui difficili saliscendi del tracciato californiano.

Ma dire che ha vinto e' un eufemismo: "El Cabronsito" ha dominato il weekend ed ha chiarito che sta e' cominciato il suo regno. E il bellissimo sorpasso dello spagnolo al cavatappi suona a tutti come un "passaggio di consegne" da un fenomeno all'altro.

Alla partenza Stefan Bradl scatta bene, a differenza di Márquez che invece diventa quinto. Ma bastano tre giri al leader del mondiale per arrivare a giocarsi la seconda posizione con il suo eroe Valentino Rossi. Arrivati all'iconica curva che caratterizza questa pista il pilota Honda "dipinge la sua Gioconda": attacca all'esterno Rossi e replica il sorpasso che il pesarese aveva fatto 5 anni fa a Casey Stoner, se possibile migliorandolo!

Da quel momento poi una breve caccia al battistrada Bradl, poi un lungo studio e a 13 giri dalla fine l'attacco inesorabile al tedesco. Il resto e' accademia in testa fino alla bandiera a scacchi.

Bradl chiude secondo, facendo esplodere la gioia al muretto box della squadra di Lucio Cecchinello. Il tedesco ha guidato benissimo, non ha fatto errori ed e' parso l'unico a poter stare vicino a Márquez. Ora la riconferma in LCR pare più vicina per lui.

Terzo posto per Valentino, contento di essere la prima Yamaha in classifica, che ha difeso la posizione da Álvaro Bautista che a fasi alterne ha cercato di scavalcare "il Dottore", senza pero nemmeno mai arrivare a tentare un attacco.

Dani Pedrosa vince "il derby dell'infermeria" con Jorge Lorenzo e conclude quinto, andando molto forte e mostrandosi molto più veloce rispetto al campione del mondo, segno che fino alla gara "Camomillo" si era molto preservato, quasi "nascosto".

Decisamente spento Cal Crutchlow, settimo e mai parso in gradodi tenere il passo di quelli davanti, che si e' tenuto alle spalle solo (parlando di MotoGp) le Ducati, con Nicky Hayden ed Andrea Dovizioso che hanno lottato fra loro per tutta la gara, rispettivamente 8° e 9° dopo persino una "sportellata" in pieno rettilineo dei box., e quella della Pramac di Alex De Angelis.

MotoGp - Laguna Seca - Gara
MotoGp - Laguna Seca - Classifica piloti

Autore: Fulvio Cavicchi

Tag: Sport


Top