Novità

pubblicato il 27 giugno 2013

Ducati Monster 2014: che moto sarà?

Sorpreso durante i collaudi il Monster del futuro. Il motore è raffreddato a liquido, ma che cilindrata avrà? Proviamo a fare qualche ipotesi

Ducati Monster 2014: che moto sarà?

Qual è la maniera migliore per nascondere qualcosa che non dovrebbe essere visto? Cercare di camuffarla il più possibile, o lasciare che passi inosservata facendo finta di niente? Se si parla di nuove motociclette che ancora non sono in commercio una cosa è certa: farle circolare ultra camuffate con adesivi strampalati o orpelli appiccicati ad arte equivale a disegnare sulla schiena del pilota un bel bersaglio grosso grosso ad uso e consumo dei paparazzi che sono sempre appostati sui percorsi tipo dei collaudatori. Quando si parla di moto italiane e di Ducati in particolare, poi, la schiera di furbetti pronti a scattare una foto è ampissima e nascondere alla vista i prototipi diventa pressoché impossibile. Ad essere pizzicata dagli obiettivi dei fotografi è stata stavolta la futura Ducati Monster 2014, evidentemente camuffata, ma altrettanto evidentemente lei!

MONSTER 2014: NON SI DA’ ARIE
Non ci vuole uno scienziato per rendersi subito conto che sulla Monster del futuro cadrà l’ultimo baluardo tecnologico della Ducati di un tempo: il raffreddamento ad aria. Sì, eravamo pronti a giurare che in Ducati avrebbero mantenuto in vita i vigorosissimi bicilindrici raffreddati ad aria che hanno fatto la storia di Borgo Panigale per oltre quarant’anni, e che solo il Monster avrebbe continuato a montarli, ma probabilmente non sarà più così.
Sì perché anche dalle sgranate foto che circolano in rete si vede subito che il Monster del futuro avrà bicilindrici raffreddati a liquido, e quindi si impongono alcune riflessioni. Quale sarà, o quali saranno i motori che Ducati monterà sul Monster 2014?
In rete si sono già lette svariate ipotesi di cui la più accreditata sosterrebbe che la moto possa essere dotata del bicilindrico Testastretta 11° che già viene usato con profitto su Multistrada e Diavel, ma noi non siamo affatto dello stesso avviso.
Basta guardare con più attenzione le foto, per rendersi conto che questo non sarà il motore che tutti conosciamo, e non sarà neanche quello Superquadro montato sulla Panigale. Si vede bene, infatti, che il nuovo Monster avrà una ciclistica del tutto nuova, che non condivide con la versione precedente quasi nulla. In particolare si nota che il telaio a traliccio sarà sempre meno esteso e quindi il motore avrà funzione portante come sulla 1199. Ma allora, di che motore si tratta?

STREETFIGHTER ADDIO?
Guardando le foto si riconoscono inequivocabilmente i tratti somatici del Testastretta, che però potrebbe essere stato plausibilmente rinnovato per conferire alle sue testate la rigidezza strutturale necessaria a fungere da telaio. Nulla è dato sapere sulla cilindrata, che potrebbe sì essere la 1198 cc che rinverdirebbe i fasti della mitica Monster S4RS, ma a ben guardare il motore potrebbe essere anche molto più piccolo e ce la sentiremmo di azzardare che potrebbe avere la cilindrata di 821 cc della Hypermotard. Diciamo questo perché se arrivasse sul mercato un nuovo Monster 1200, questo sarebbe un modello che metterebbe automaticamente fuori gioco la Streetfighter, moto che non è mai entrata nel cuore dei Ducatisti come il Monster e che a conti fatti diventerebbe un doppione in listino. Se dovessimo quindi fare una scommessa, saremmo pronti a puntare su un nuovo Monster 1200 a liquido in arrivo a Eicma 2013, e su un Monster 850 pronto per Eicma 2014. Chi avrà ragione?

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Novità , bicilindriche , naked , anticipazione , 800 , 1200


Top