Attualità e Mercato

pubblicato il 22 giugno 2013

Svizzera: due motociclisti “perdono” la moto per violazione del Codice della Strada

Andavano il doppio del limite consentito. E’ accaduto a Rona e non è la prima volta

Svizzera: due motociclisti “perdono” la moto per violazione del Codice della Strada

Se in Italia per eccesso di velocità ti levano i punti e qualche soldo dal portafogli, fate attenzione, perchè i nostri "vicini" svizzeri sono decisamente più... severi! Lo scorso sabato (15 giugno), due motociclisti italiani sono stati fermati nel Cantone Svizzero Grigioni dalla Polizia. I due viaggiavano ad una velocità doppia rispetto a quella consentita sulla strada nei pressi di Rona.

160 Km/orari il primo e 169 Km/orari il secondo, dove il limite è di 80. Semplice multa? No, i due rider italiani si sono visti sequestrare i propri mezzi sul posto! Non è la prima volta che accade questo. Ricordiamo l’anno scorso, nell’agosto, quando un centauro 26enne, sempre italiano, viaggiava ad altissima velocità sulla Julierstrasse (sempre a Rona). Il ragazzo fu "fotografato" a ben 222 chilometri orari! Un record di cui non doversi certo vantare! All’epoca scattò il divieto di circolazione nel territorio svizzero... ma oggi le leggi sono cambiate (e sotto vedremo come).

Ricordiamo che in Svizzera i limiti sulle autostrade sono di 120 km/h, sulle semiautostrade di 100 km/h, sulle strade normali fuori dalle località di 80 km/h e all'interno delle località di 50 km/h. A questo aggiungiamo che nel paese confinante, dal primo gennaio, superare il limite di oltre 40 km/h il limite di 30 km/h nelle zone residenziali, di 50 km/h il limite generalizzato di 50 km/h nei centri urbani, di 60 km/h i limiti sulle statali e di 80 km/h i limiti sulle autostrade comporta in automatico l'accusa di "pirata della strada". Conseguenza? Un anno di carcere!

[Fonte: corrieredelticino.ch]

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , turismo , codice della strada , viaggi , autovelox , citta


Top