Attualità e Mercato

pubblicato il 20 giugno 2013

RCA moto: aumenti per le piccole cilindrate... e non solo

Su 21 province il risultato è sempre lo stesso: le assicurazioni ritoccano verso l’alto le tariffe

RCA moto: aumenti per le piccole cilindrate... e non solo

L’IVASS, l'Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, ha pubblicato sul proprio sito i risultati delle nuove indagini frutto degli ultimi tre mesi presi in analisi, ovvero fino al 1° aprile 2013. L’indagine ha interessato tutte le imprese sottoposte alla vigilanza dell’authority sul mercato assicurativo ed ha preso in esame i prezzi praticati in 21 province italiane per 11 tipologie standard di assicurati. La cosa ha interessato sia gli automobilisti che i motociclisti e ovviamente per entrambi i sessi.

Si tratta della seconda rilevazione trimestrale dei prezzi successiva all’entrata in vigore della sentenza della Corte di Giustizia dell’U.E. nel marzo 2011 in materia di parità di trattamento tra uomo e donna nell’accesso ai servizi assicurativi. Anche nella presente rilevazione si possono quindi apprezzare gli effetti di tale sentenza, che ha essenzialmente comportato, rispettivamente per gli assicurati di genere femminile e maschile, incrementi e decrementi dei prezzi medi, in misura variabile con i profili e le provincie oggetto di indagine.

Ma veniamo al punto, nel settore settore si è registrato un aumento generale delle tariffe. Rispetto al medesimo periodo del 2012, un quarantenne con motociclo di 200 cc in classe B/M di C.U.4, vede un aumento quantificabile in una media del 7,89%. Il record è poi detenuto da Napoli (12,46%), Roma (12,05%), Campobasso (9,68%) e Palermo (9,27%). A Napoli il costo medio di una polizza è di 1.033 euro, mentre a Roma si attesta sui 531 euro, con un innalzamento medio di un +12% per gli assicurati di genere maschile e di un +10% per quelli di genere femminile. La media italiana per il soggetto sopracitato, si attesta sui 390 euro, 28 euro in più dell’aprile 2012.

L’altro caso analizzato è quello di un diciottenne con motociclo di 250 cc in classe B/M di C.U.14 che per attivare la sua prima polizza vede un aumento medio del 3,31%, con una punta massima del 6,74% a Campobasso, mentre sorprende Napoli, dove le RC scendono del -2,82%. Ma attenzione, la cifra richiesta al neomaggiorenne è di 986 euro! Lo stesso periodo del 2012 occorrevano invece 955 euro. Abbiamo citato la città partenopea come segno negativo: bene, sappiate che però il costo dell’RC medio è di 1.748 euro! Una cifra impossibile se si pensa che il prezzo di un usato di pochi anni si attesta qualche centinaia di euro in più della polizza. Ma non se la cavano bene nemmeno altre città, dove la media resta sempre altissima. Vediamo alcuni casi: Bari, 1.452 euro; Reggio Calabria, 1.428 euro, Palermo, 1.382 euro, Roma, 1.333 euro, Genova, 1.157 euro e infine Firenze, 1.003 euro. Ci meravigliamo ancora sul perchè la gente non assicuri più i propri mezzi (e attenzione, sono da considerarsi comunque dei "pirati")... e si prenda poi i conseguenti rischi?

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , strada , varie , assicurazione , citta


Top