Attualità e Mercato

pubblicato il 20 giugno 2013

Multe: pagare entro 5 giorni per avere lo sconto del 20%...

Dopo l’esecutivo Monti, ora ci lavora anche il Governo Letta

Multe: pagare entro 5 giorni per avere lo sconto del 20%...

Lo scorso luglio 2012 ci fu una proposta riguardante le multe, ovvero uno sconto dal 10 al 20% per tutti i verbali pagati subito tramite bancomat. Non se ne fece nulla, ma ora è all'esame della commissione Trasporti una proposta di legge particolare: "Modifiche all'articolo 202 del Codice della Strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, numero 285, in materia di pagamento delle sanzioni". In quell’articolo, è apportata le seguente modifica: al comma 1 è aggiunto, infine, il seguente periodo: "Tale somma è ridotta del 20 per cento se il pagamento è effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione". Secondo questo disegno di legge, la cosa andrebbe ad interessare chi pagherebbe il verbale entro cinque giorni dalla notifica o quando l’agente di Polizia l’ha consegnata a mano.

Questa proposta è stata firmata dai deputati del Pd e del Pdl all’esame della Camera, ma il Governo Letta ha già preso tempo, sostenendo la necessità di avere prima un quadro delle risorse. Oltre a quindi un’adeguata copertura finanziaria, c’è l’alt dal MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo che non vede di buon occhio la mobilità privata con la macchina. Insomma una replica di ciò che accadde con il Governo Monti, quando la proposta venne avanzata, ma lì morì.

L’idea non è certo pessima; poter pagare meno, avere uno sconto, anche se piccolo, di questi tempi non è certo da non considerare... anzi! Chiaramente a trarne beneficio sarebbero anche i Comuni e lo Stato che potrebbero così incassare subito e tutto. In tutto questo, sarebbe previsto il pagamento anche con moneta elettronica a mezzo POS (attraverso convenzioni con le banche e Poste Italiane per favorirne la diffusione), nonché la possibilità della notifica a mezzo posta elettronica certificata (PEC). Vi terremo aggiornati sulla cosa.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , multe


Top