Novità

pubblicato il 12 giugno 2013

Yamaha YZ250F e YZ450F m.y. 2014

Le due “blu” ora sono sempre più “vicine”! Entrambe sono dotate del motore “rovesciato”

Yamaha YZ250F e YZ450F m.y. 2014
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha YZ450F m.y. 2014 - anteprima 1
  • Yamaha YZ450F m.y. 2014 - anteprima 2
  • Yamaha YZ450F m.y. 2014 - anteprima 3
  • Yamaha YZ450F m.y. 2014 - anteprima 4
  • Yamaha YZ450F m.y. 2014 - anteprima 5
  • Yamaha YZ450F m.y. 2014 - anteprima 6

Per il 2014, la Casa dei Tre Diapason presenta le nuove Yamaha YZ250F e Yamaha YZ450F, le cross a 4 Tempi che da anni raccolgono risultati nelle competizioni. Nel 2009 l’Azienda di Ywata ha stupito tutti con il rivoluzionario motore rovesciato per la YZ450F: oggi, 2013, un ulteriore passo, l’avvicinamento delle due cilindrate con la 250 che riceve lo stesso "trattamento", le testa... girata! Ora le due condividono la stessa piattaforma e la medesima dotazione tecnologica. Oltre al motore rovesciato, vi è un nuovo scarico che disegna una serpentina a partire dalla testa del cilindro, e tanto altro che ora andiamo ad analizzare.

Iniziamo con la "piccola", che ha sì il motore molto simile a quello della "sorella maggiore", ma che vanta un nuovo assetto che prevede componenti diversi come la nuova testa del cilindro, il pistone, i condotti di aspirazione e scarico più generosi, la distribuzione, la fasatura ed il basamento del motore più leggero. La YZ250 adotta poi un nuovo cambio, più robusto. Per la "quattroemezzo", invece, i tecnici sono intervenuti per offrire al pilota un’erogazione più gestibile, e questo grazie alle dimensioni più generose delle valvole, alla nuova centralina ed i nuovi rapporti. I condotti di aspirazione e scarico rivisti, il profilo delle camme ed i rapporti del cambio dovrebbero rendere la YZ450F più trattabile. La frizione ora adotta molle di compressione diverse e dischi ottimizzati. Cambiano anche le specifiche tecniche dell'albero di trasmissione, dell'albero primario, degli ingranaggi e del pignone. Per entrambe sono state ridotte le dimensioni del carter motore, semplificando l'impianto di lubrificazione a carter umido e adottando una pompa carburante più compatta. Tutte e due le sorelle, vantano l'accessorio "MX Power Tuner" che permette di impostare la mappatura della centralina, in modo da "cucirsi" la moto addosso. Il percorso dello scarico è molto più tortuoso (è stato introdotto per la prima volta sulle moto ufficiali del Monster Energy Yamaha Team nel Mondiale) e serve ad aumentare la potenza, oltre a "cambiare il timbro della voce" di entrambe le moto. Si è lavorato sul diametro del tubo stesso, a partire dalla testa del cilindro per arrivare al silenziatore. La forma a spirale dello scarico ha reso possibile "accorciare" la marmitta, per spostarla verso il centro della moto.

Il telaio è sempre un doppio trave idroformato, realizzato con dieci diverse tipologie di componenti forgiati, stampati ed estrusi in alluminio. Davanti a questo abbiamo un nuovo radiatore, più compatto del precedente ed un telaietto posteriore dalle dimensioni ridotte, tutti particolari che rendono le moto più leggere. Quanto alle sospensioni, è stata confermata la forcella a steli rovesciati con camere separate per olio e aria, ma ci sono nuove molle. Rivista anche la misura del mozzo della ruota anteriore, maggiorato a 22 mm. Restando nella zona anteriore delle moto, ora abbiamo una piastra superiore di sterzo più rigida. Al monoammortizzatore posteriore, ora fa la comparsa una molla più progressiva. Sempre in tema di ciclistica, ora il serbatoio è più capiente di un litro ed è stato posizionato più in basso, in modo da centralizzare le masse. Per lo stesso motivo, anche i componenti dell’iniezione elettronica come la nuova centralina e impianto elettrico sono stati riposizionati.

Quanto al "look" delle due "blu girls", vede una nuova sella ed un nuovo parafango posteriore, con la parte inferiore di quest’ultimo con prese d’aria ridisegnate. Novità anche nelle grafiche, realizzate in fase di stampaggio. In tema di accessori, oltre al già citato "MX Power Tuner", abbiamo diversi componenti della frizione, parti per ridurre il peso o migliorare il raffreddamento e la lubrificazione, una testa cilindro modificata per esaltare la coppia e la potenza, il coperchio accensione in lega che consente di "limare" il peso, lo scarico Akrapovic ed i collettori in titanio... Offerte nella sola colorazione Racing Blue vedranno così i tempi di consegna: per la Yamaha YZ450F m.y. 2014 basterà attendere il luglio 2013 (il prezzo è fissato in 8.690 euro), mentre per la Yamaha YZ250F m.y. 2014, bisognerà aspettare il novembre 2013.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha YZ250F m.y. 2014 - anteprima 1
  • Yamaha YZ250F m.y. 2014 - anteprima 2
  • Yamaha YZ250F m.y. 2014 - anteprima 3
  • Yamaha YZ250F m.y. 2014 - anteprima 4
  • Yamaha YZ250F m.y. 2014 - anteprima 5
  • Yamaha YZ250F m.y. 2014 - anteprima 6

Yamaha YZ450F m.y. 2014

Yamaha YZ450F m.y. 2014

Yamaha YZ250F my 2014

Yamaha YZ250F my 2014

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Novità , monocilindriche , cross , fuoristrada


Top