Sport

pubblicato il 3 giugno 2013

MotoGP 2013: GP del Mugello, Rossi-Bautista, di chi è la colpa?

Due curve dalla partenza e c’è il contatto. La Direzione di gara non ha preso provvedimenti

MotoGP 2013: GP del Mugello, Rossi-Bautista, di chi è la colpa?

Il GP del Mugello 2013 sarà sicuramente ricordato da Valentino Rossi, e questa volta, non certo perchè è salito sul podio nella gara di casa, anzi. Il fatto: il Dottore scatta dalla settima posizione, parte male e alla Bucine è tra la 10eima e la 11esima posizione. Alla seconda curva, la chicane Biondetti, quando sta rialzando la moto per inserirsi nella curva a destra, l’impatto! Alvaro Bautista, scattato dalla nona posizione, lo prende in piega. Il contatto è inevitabile, lo spagnolo cade praticamente subito, mentre l’italiano tiene in piedi la moto ma va dritto, finisce sulla ghiaia e lascia cadere la moto verso destra, per poi impattare sugli airfence. Entrambi si rialzano subito, fortunatamente nessuno si è fatto male, ma per Vale, la gara dove solitamente dice la sua, è tutto da buttare. Colpe?

Alvaro Bautista, subito dopo l’incidente, così dichiara: "Fortunatamente sto bene. E' stato un incidente strano, perché ho fatto la curva a sinistra e quando ho cambiato direzione per fare quella a destra ho trovato lì Valentino e ho dato una botta alla sua moto. Stavo facendo la mia linea, poi quando ho cambiato direzione ho trovato lui, e niente, sono caduto".

Valentino Rossi, invece, così risponde: "Mi fa un po' male il culo! Fa male anche la mano e anche un po' il piede, ma per come è stato l'incidente è andata bene, non ho grossi problemi. Abbiamo guardato le immagini, lui si era allargato sulla sinistra, aveva paura che qualcuno lo passasse all'esterno, poi ha aperto il gas per chiudere la traiettoria ma io ero già davanti e lui, accelerando, mi ha preso in pieno. Ci siamo parlati, prima del contatto ero con la moto tutta davanti a lui, ha detto che non mi ha visto, che è possibile, e bisogna credergli, ma ero già davanti e mi ha preso in pieno. E' stato un incidente di gara. Tra l'altro mi si era scaldata la frizione in partenza e sono partito male, ho perso 2-3 posizioni e poi è successo l'incidente. Peccato, potevamo andare forte, avevamo un buon passo".

Ma andiamo a cercare nell’archivio: tra i due è già successo qualcosa di simile, quando nel 2011, nel GP di Valencia lo spagnolo impattò sull’italiano. Il primo fece un discreto "strike" dei due piloti Ducati. L’allora pilota Suzuki, fece infatti cadere sia Rossi che Nicky Hayden, sempre ad inizio gara. Tornando alla gara del Mugello, di chi è la colpa? Di sicuro il Dottore, alla curva precedente (la Bucine) era dietro lo spagnolo, l’ha poi passato all’esterno (verso destra) e quando Bautista ha rialzato la moto per effettuare la Biondetti 2 se l’è trovato in linea e l’ha toccato. Insomma forse la colpa sta nel mezzo, anche perchè il pilota del Team Go&Fun Honda Gresini, era piegato a sinistra, e gli sarebbe stato quasi impossibile vedere cosa stesse accadendo all’esterno. Valentino, invece, si è comunque infilato in un punto dove Alvaro non se l’aspettava e comunque, non poteva vederlo. Nel post-gara, poi, i due si sono spiegati e la stessa Direzione di gara ha deciso di lasciare la cosa così, come un semplice incidente di gara, con nessuna colpa. E secondo voi, è stata corretta la decisione?

Valentino Rossi - Alvaro Bautista Crash Mugello 2013

Valentino Rossi - Alvaro Bautista Crash Mugello 2013

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , motogp , pista , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi , incidenti


Top