Sport

pubblicato il 2 giugno 2013

MotoGp, Mugello: Jorge Lorenzo senza rivali

Il leader della Yamaha passa subito in testa e vola via, Pedrosa 2° dopo l'erroraccio di Marquez

MotoGp, Mugello: Jorge Lorenzo senza rivali

Jorge Lorenzo e la Yamaha inarrestabili al Mugello, con il campione del mondo in carica che alla staccata della San Donato dopo il via "svernicia" il poleman Dani Pedrosa con una staccata di pura forza e si invola fino alla bandiera a scacchi.

I primi giri di gara facevano presumere una sfida a tre, con i due piloti della Honda Padrosa a Marc marquez che seguivano come un'ombra la M1 di "Por Fuera", poi col passare dei minuti il leader della gara ha progressivametne allungato, dimostrando di averne veramente più di tutti.

A quel punto l'attenzione è andata tutta sulla lotta in casa tra le RC213V, con "El cabronsito" che chiaramente mostrava di avere di più del leader della classifica mondiale, ma non ha mai azzardato nessun sorpasso.

A cinque giri dalla fine finalmente l'inversione delle posizioni, con Pedrosa che ha dato l'impressione di aprire la porta per lasciare passare il più veloce compagno di squadra, che difatti in breve ha allungato dimostrando di averne di più.

ma la maggiore velocità non è tutto quello che conta in MotoGp, e la mancanza di esperienza è stata fatale per Marquez, che due giri dopo ha perso il posteriore alla Savelli ed ha terminato la sua gara nella via di fuga. Un erroraccio sicuramente comprensibile per il velocissimo rookie, che però gli fa perdere punti importanti in campionato.

Sul podio così è quindi salito un bravissimo Cal Crutchlow, che una volta scavalcato Andrea Dovizioso ha tenuto un passo di assoluto valore e nel finale si è persino riavvicinato a Pedrosa, chiudendo a solo un secondo dalla Honda.

Quarto Stefan Bradl a 19" dalla vetta, seguito come un ombra dalla Ducati di Dovizioso, che negli ultimi giri ha dato anche l'impressione di essere in grado di tentare un attacco. "Dovi" è stato ancora una volta il migliore dei piloti di Borgo Panigale, che hanno chiuso uno dietro l'altro (anche se molto staccati sotto la bandiera a scacchi) con Nicky Hayden sesto e Michele Pirro settimo.

É durata due sole curve la gara di Valentino Rossi, che tra la Luco e la Poggio Secco si è visto Alvaro Bautista arrivargli in pieno nella fiancata, chiudendo così la gara di entrambi.

In campionato Pedrosa resta sempre leader con 103 punti, anche se Lorenzo riguadagna qualcosa e si porta a 12 di distanza. ovviamente perde terreno Marquez, che rimane fermo a 77 e sente il fiato sul collo di Crutchlow, quarto con 71.

Quinto è Davizioso con 51 punti, davanti a Rossi fermo a 47, cioè 4 in meno di quelli che aveva a questo punto della stagione nel 2012...

MotoGp - Mugello - Gara
MotoGp - Mugello - Campionato

Autore: Fulvio Cavicchi

Tag: Sport


Top