Attualità e Mercato

pubblicato il 28 maggio 2013

Patenti: ciao ciao bollino!

Al rinnovo non si applicherà più l’adesivo ma si riceverà entro 60 giorni una patente nuova

Patenti: ciao ciao bollino!

Dal 19 gennaio 2013 sono entrate in vigore le Nuove Patenti (qui le moto guidabili con la Patente A2) e naturalmente le leggi sono cambiate. Ma oltre alla patente anticontraffazione in policarbonato, arriva un’altra notizia importante al momento del rinnovo. Dopo l’esito positivo della visita medica, al posto del tanto odiato bollino (che dopo tempo perdeva la leggibilità e addirittura un periodo non venivano inviati a causa di fondi insufficienti da parte del Ministero) sarà inviata all’indirizzo del motociclista una nuova patente.

Chiaramente per rinnovare la licenza di guida bisognerà sempre e comunque effettuare la visita medica all’ASL (oppure in una struttura sanitaria abilitata). Queste ultime avranno poi il dovere di trasmettere via internet l’approvazione all’esito positivo della visita al dipartimento centrale (sito a Roma), in modo che questo possa successivamente provvedere all’invio della nuova carta.

La cosa viene direttamente dalla Comunità Europea che con la direttiva comunitaria 2006/126 impone la sostituzione delle vecchie patenti (pre 19 gennaio 2013) e vieta l’utilizzo dei bollini da applicare sulle stesse. Naturalmente, dopo la visita medica (a patto che questa sia positiva N.d.R.), sarà rilasciato un attestato per condurre regolarmente i mezzi, ed entro 60 giorni sarà recapitata a casa la nuova patente con tanto di foto aggiornata. Non è chiaro se con il certificato sia possibile guidare all’estero (il Ministero emanerà l’ennesima circolare?!? N.d.R.), mentre resta confermato il successivo rinnovo: la scadenza è infatti alla data del proprio compleanno. Rimane un dubbio: quanto costerà rinnovare la patente, se invece di un bollino ci sarà recapitata una nuova tessera?

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , varie , patente


Top